Lug 18

Presentato il calendario di appuntamenti collaterali e visite guidate, ideato e curato da Marianna Accerboni, per la mostra Vetro, la mia seconda pelle. La mostra ospitata dal Magazzino delle Idee è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21; i servizi di accoglienza e assistenza al pubblico sono a cura della cooperativa sociale La Collina.

Questi gli appuntamenti speciali in programma fino a settembre:

venerdì 20 luglio - ore 19
visita guidata alla mostra condotta da Marianna Accerboni.

venerdì 3 agosto - ore 19
incontro con un esperto del Museo del Vetro di Murano per mettere a confronto i diversi metodi e le diverse tradizioni e culture del vetro del Nord Est europeo, rapportate all’arte di Gordana Drinković. Conversazione a più voci con D. Murkovic e M. Accerboni.

giovedì 23 agosto - ore 19
visita guidata alla mostra condotta da Marianna Accerboni.

mercoledì 5 settembre - ore 19
concerto breve per Gordana Drinković: le opere della scultrice e designer croata saranno interpretate nelle diverse sezioni della mostra attraverso la musica, in una sorta di originale visita guidata. Interpreti Stefano Casaccia al flauto e il soprano Marianna Prizzon. Prolusione di D. Murkovic, ideazione e conduzione dell’incontro a cura di M. Accerboni.

Le visite guidate saranno gratuite comprese nel biglietto d'ingresso.

 

Lug 10

Il Comune di Marano Lagunare realizzerà una rassegna estiva dal titolo "I giovedì musicali dell'estate maranese". Nella splendida cornice di P.zza Vittorio Emanuele, per quattro giovedì (19 e 26 luglio, 2 e 23 agosto), troveranno spazio le più suggestive proposte musicali del panorama regionale arricchite dalla possibilità di degustare un ottimo prodotto locale nei bar e nei ristoranti del salottino di Marano Lagunare.

Nelle stesse giornate (19 e 26 luglio, 2 e 23 agosto) la proposta culturale e turistica sarà arricchita da una serie di aperture straordinarie del Museo Archeologico delle Laguna aperto al pubblico dalle 19.00 alle 22.00 oltre al tradizionale orario.
In collaborazione con La Collina, Società Cooperativa Sociale ONLUS e Paola Maggi (conservatore del Museo Archeologico);

INFO: MUSEO ARCHEOLOGICO DELLA LAGUNA DI MARANO

Marano Lagunare (UD) – Centro Civico, I piano
Via Sinodo, 28
tel. +39 0431 640506 (Biblioteca Marano lagunare)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lug 10

Le infinite possibilità creative offerte dal vetro, materiale trasparente e polimorfico dalle origini millenarie, sono al centro dell’esposizione “Vetro, la mia seconda pelle”, che per la prima volta presenta a Trieste, al Magazzino delle Idee di via Cavour 2, l’opera di Gordana Drinković, una delle più importanti rappresentanti della scena artistica croata.
Scultrice e designer del vetro, Drinković si occupa di design e collabora con alcune celebri fabbriche del vetro da più di 25 anni, nel corso dei quali ha realizzato più di 500 opere, di cui una gran parte è stata prodotta in forma di pezzi unici o di serie esclusive che appartengono a collezioni private in Croazia e nel mondo. Ha esposto in numerose personali e collettive nel suo Paese, in Europa e negli Stati Uniti: la mostra ospitata al Magazzino delle Idee dal 7 luglio al 9 settembre attraverso oltre 170 opere offre una piccola ma completa antologia dei lavori realizzati nel periodo a cavallo tra il ventesimo e il ventunesimo secolo. Esporre a Trieste, in Italia, patria del vetro di Murano e dei più grandi maestri della lavorazione di questo materiale, che hanno creato oggetti d’incredibile bellezza, presenta una sfida particolare per l’artista, per cui “il vetro è un materiale di particolare bellezza, pieno di contraddizioni, di limiti... è liquido solidificato, un’illusione di leggerezza e peso, fragilità e durezza, un materiale modellato dal soffio umano e dalla luce”.
La sua personale triestina, curata da Miroslav Gašparović e Raffaella Sgubin, è realizzata grazie alla collaborazione tra ERPaC, Ente regionale per il patrimonio culturale, Comunità Croata di Trieste, Polo Museale-Mibact, Ministero della Cultura della Republica di Croazia, la Città di Zagabria e Museo dell’Arte e dell’Artigianato di Zagabria, con il contributo della Fondazione Casali e Vetreria Rogaška (Steklarne Rogaška).
Il titolo, “Vetro, la mia seconda pelle”, esprime alla perfezione il livello d’identificazione tra l’artista e questo materiale delle meraviglie, che l’ha affascinata fin da bambina, quando giocando guardava il mondo attraverso i bicchieri di cristallo di sua madre e le sembrava di assistere a uno spettacolo di magia. “La seconda pelle di Gordana Drinković, quella materia che lei padroneggia con tanta maestria - spiega Raffaella Sgubin -, è significativa di quella che lei avverte come sua vera natura, quella che sente la necessità di non nascondere anche le emozioni e i sentimenti più intimi, accettando il limite della propria fragilità. Come nel caso delle lacrime di vetro che salgono verso il cielo, l’installazione Suze okrenute prema nebu / Lacrime rivolte al cielo che rappresenta un poetico atto d’amore verso il marito recentemente scomparso”.
Lacrime rivolte al cielo dà anche il titolo a una delle sei sezioni tematiche in cui è stata suddivisa l’esposizione, studiata per esaltare una delle caratteristiche principi del vetro, la sua capacità di gestire la luce: le altre sono Staklo, moje drugo tijelo (Vetro, il mio secondo corpo), Sagrada Familia, Afrika, Stakleni gradovi (Città di vetro), Čaše (Bicchieri) e OPA Art – Made in Croatia.
“Anche quando si tratta dell’esecuzione di elementi condizionati, come un bicchiere o un candelabro, l’attenzione e la creatività sono rivolte soprattutto alla forma, e solo in un secondo tempo alla funzione - scrive delle sue opere Miroslav Gašparović -. La sua aspirazione non è quella di creare un bicchiere ergonomicamente perfetto, da cui non noteremo nemmeno di bere: al contrario, l’artista desidera rendere ogni contatto con il suo bicchiere un’esperienza particolare. Così come traiamo piacere dall’incantesimo della bevanda contenuta nel bicchiere, l’atto stesso del bere dovrebbe essere indimenticabile”. Tra tutte le serie di bicchieri e candelabri realizzati finora la più personale, sostiene Gašparović, è forse la serie Holy Graal, che rappresenta metaforicamente l’eterna ricerca della verità artistica nella forma del calice, del bicchiere. All’interno di questo ciclo Gordana Drinković comincia a creare bicchieri – ritratti personalizzati – di se stessa, delle persone care, ma anche dei divi holliwoodiani, con “Brad e Angelina”. Ma non potranno non colpire l’immaginazione anche i suoi vasi realizzati sotto il titolo “Sagrada Familia”, che nella forma offrono un rimando, ma anche una forte interpretazione della cattedrale di Gaudí, o le opere parte del progetto “Città di vetro”, che con i nomi di Manhattan, Babilonia, Atlantide sono costituite da candelabri di diverse forme, dimensioni, colori e modi di lavorazione che si relazionano tra loro in uno spazio dinamico.
La mostra sarà visitabile dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21. Biglietto unico a tre euro.

 

i servizi di accoglienza e assistenza al pubblico sono a cura della cooperativa sociale La Collina.

Lug 04

La rassegna "Incontri d'Estate in Biblioteca" organizzata dal Comune di Ronchi dei Legionari l'Assessorato alla Cultura e la Biblioteca Comunale "Sandro Pertini" è giunta quest'anno alla sua ventesima edizione. Un ricco cartellone di appuntamenti dal 18 giugno al 25 luglio con concerti, conferenze, letture, cinema e attività per i più piccoli. Gli eventi si svolgeranno a Ronchi dei Legionari in Piazzetta della Biblioteca  e Piazzetta Francesco Giuseppe I.
Rimandiamo al sito della biblioteca per il programma completo degli eventi:

https://bibliogo.ccm.it/library/Ronchi-dei-Legionari/incontri-d-estate-in-biblioteca/

 

Giu 15

Anche quest’ anno torna a Ronchi dei Legionari l’evento 'Festa Della Musica' promosso dal ministero dei beni e attività culturali. Nata in Francia nel 1982 la festa della musica ha carattere internazionale e mira a celebrare la musica in tutti i suoi generi. Un momento di aggregazione sociale per celebrare i valori della cittadinanza e della partecipazione, che aprirà all’alba di giovedi 21 giugno alle 4 con un concerto per salutare il nuovo sole nascente nel giorno del Solstizio, nella deliziosa cornice degli scavi archeologici di Villa Romana a Ronchi dei Legionari. Giuseppe Minin alla tromba, Giulio Scaramella al pianoforte e Marilisa Trevisan voce recitante i protagonisti di questo indimenticabile appuntamento. Molto soddisfatto per le tre giornate sicuramente l’evento in villa romana rappresenta un particolare e suggestivo concerto in connubio con la valorizzazione del nostro patrimonio storico e culturale.

 La sera dopo, nella splendida piazzetta Francesco Giuseppe, la società Filarmonica G. Verdi ad un anno dal 150 anniversario della fondazione, offrirà alla cittadinanza l’esibizione di entrambe le sezioni dell’associazione. Il coro misto diretto dalla maestra Francesca Moretti e la Banda diretta dalla maestra Fulvia Antoniali proporranno un repertorio che alternerà grandi classici della musica leggera italiana ed estera a brani appartenenti alla tradizione popolare locale. Infine nella serata di sabato 23 giugno, sempre in piazzetta, un concerto intitolato 'Note dal mondo' presenterà un excursus musicale dall’Europa all’America. Protagonista la corale Primo vere dell’associazione culturale gabriele d’annunzio, con direttore e soprano Diana Mian e il pianista Stefano Cascioli. Un occasione per consentire a tutti i musicisti, sia amatori che professionisti, di esibirsi nei luoghi e negli spazi che le amministrazioni mettono a disposizione. Molti concerti di musica dal vivo si svolgono in tantissime città principalmente all’aria aperta con valore del gesto musicale, una festa della musica che appartiene prima di tutto a coloro che la fanno.

Pagina 1 di 20