Ott 02

In occasione del trecentesimo anniversario della nascita di Maria Teresa d’Austria, dal 7 ottobre 2017 al 18 febbraio 2018 il Magazzino delle Idee a Trieste presenta la mostra Maria Teresa e Trieste. Storia e culture della città e del suo porto, attraverso un percorso inedito – tra storia, costume e società – dedicato a Trieste e allo straordinario ruolo che Maria Teresa d’Austria ebbe nello sviluppo urbano, sociale, politico e culturale della città, anticipando il futuro con le sue riforme. La mostra è organizzata da ERPaC (Ente regionale per il patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia), Servizio promozione, valorizzazione e sviluppo del territorio, in collaborazione con il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia e l’Università di Trieste. L’esposizione rientra nel progetto “Una donna è Trieste”, voluto dalle più importanti Istituzioni della città.

Il percorso espositivo ha inizio con una serie di ritratti ed opere – provenienti da: The Princely Collections, Liechtenstein, il Castello di Miramare, i Civici musei di Trieste, il Museo del mare, la Biblioteca civica di Trieste, il Museo commerciale di Trieste e i musei provinciali di Gorizia – che illustrano le dinamiche familiari degli Asburgo e gli accordi con le altre dinastie europee. Proseguendo lungo la mostra, mappe, vedute, dipinti e oggettistica dell’epoca, raccontano gli aspetti della vita quotidiana della borghesia mercantile, del grande emporio e di personaggi internazionali che furono presenti in città, tra cui Casanova e Winckelmann, assieme ad alcuni aspetti istituzionali e produttivi delle Contee di Gorizia e Gradisca.
Parte dei contenuti della mostra verranno forniti attraverso installazioni interattive a cura dello studio Interfase che permetteranno al visitatore di scoprire in maniera chiara e divertente aspetti complessi della Trieste settecentesca. Sarà possibile vedere la città crescere dal nucleo storico fino ad arrivare all’attuale fronte mare o esplorare le rotte dei commerci dell’impero asburgico che passavano attraverso il porto di Trieste. Attraverso le installazioni multimediali, il visitatore potrà così entrare nella Trieste teresiana per comprendere meglio quella di oggi.

Le visite guidate e i laboratori didattici sono a cura della cooperativa sociale La Collina in ati con Arteventi.

INFORMAZIONI MOSTRA
Maria Teresa e Trieste. Storia e culture della città e del suo porto
7 ottobre 2017 – 18 febbraio 2018
Magazzino delle Idee
Corso Cavour 2, Trieste
ORARI
da martedì a domenica 10.00-19.00
Lunedì chiuso
Aperture straordinarie: mercoledì 1 novembre, venerdì 8 dicembre, martedì 26 dicembre; domenica 31 dicembre chiusura alle 16.00; lunedì 1° gennaio 2018 apertura ore 11.00.
BIGLIETTI
Intero 6 €
Ridotto 4 €
Ridotto gruppi 3 €

 

INFO
Visite accompagnate e laboratori didattici
Arteventi (Udine) e La Collina (Trieste)
Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T +39 040 3774783

 

Ago 14

Prorogata fino a domenica 27 agosto la mostra "Le stanze segrete di Sgarbi". La cooperativa sociale La Collina, in sinergia con il Comune di Trieste, si occupa di alcune visite guidate gratuite, comprese nel prezzo del biglietto di ingresso.  Sono esposte oltre 200 opere della collezione Cavallini-Sgarbi, fra dipinti, disegni e sculture dalla fine del Quattrocento alla metà del Novecento. Rispetto alle precedenti edizioni, la mostra ospiterà anche una selezione di oltre 50 artisti triestini o attivi a Trieste. Condotte da personale specializzato, le visite sono lo strumento ideale per consentire di esplorare i contenuti della mostra in maniera efficace e coinvolgente.

Le date delle visite guidate sono:

martedì 15 agosto ore 11.00 operatore dott.ssa Costadura
domenica 20 agosto ore 11.00 operatore dott. Bellocchi
sabato 26 agosto ore 18.00 operatore dott. Bellocchi
domenica 27 ore 11.00 operatore dott.ssa Costadura

 

Le stanze triestine di Vittorio Sgarbi e altre stanze

Salone degli Incanti, Ex Pescheria - Riva Nazario Sauro 1, Trieste

Lunedì 15:00-19:30

Da martedì a venerdì 10:30-13:30 15:00-19:30

Sabato, domenica e festivi 10:30-19:30

 

INGRESSO

Intero € 8,00

Ridotto € 6,00 per i ragazzi dai 15 ai 18 anni, per le persone con più di 65 anni e per i gruppi organizzati composti da almeno 15 persone.

Gratuito per i ragazzi fino a 14 anni, per i diversamente abili (invalidi e grandi invalidi) e i loro accompagnatori, per i giornalisti professionisti e pubblicisti mediante presentazione della tessera dell'Ordine.

Ago 03

Se siete rimasti in città e cercate un refrigerio diverso dal mare, prendete nota di questi suggerimenti per un weekend all'insegna dell'arte. Continuano le visite guidate a cura delle cooperativa sociale La Collina per la mostra "Le stanze segrete"  allestita al Salone degli incanti ogni domenica alle 11.  Sono esposte oltre 200 opere della collezione Cavallini-Sgarbi, fra dipinti, disegni e sculture dalla fine del Quattrocento alla metà del Novecento. Rispetto alle precedenti edizioni, la mostra ospiterà anche una selezione di oltre 50 artisti triestini o attivi a Trieste.

Inoltre non perdete l' apertura straordinaria domenica 6 agosto  con accompagnamento guidato alla Basilica Paleocristiana di via Madonna del Mare 11.

Ago 03

I servizi culturali della cooperativa sociale La Collina si occupano dell'attività di assistenza e sorveglianza presso il Castello di San Giusto per il ricchissimo calendario Trieste estate . Ogni giorno vi aspetta un appuntamento fino al 03 settembre. Tanti sono gli spettacoli teatrali, i concerti e i musical anche in chiave triestina, inseriti nel programma per valorizzare gli spazi e nuove location, come il Castello di San Giusto.

Il Castello di San Giusto si erge sul colle che domina Trieste, il suo golfo ed il suo entroterra. La costruzione della fortezza, voluta dagli imperatori d’Austria – cui nel 1382 la città aveva affidato le proprie sorti – per proteggere e controllare la città e per dare alloggio al Capitano imperiale, si protrasse dal 1468 al 1636.

 

Ago 03

Giovedì 27 luglio è stata inaugurata la mostra “Trieste, il suo Porto e la Ferrovia meridionale 160 anni (1857-2017)" presso la Centrale Idrodinamica di Porto Vecchio a Trieste. Promossa da Ferstoria in coorganizzazione con il Comune di Trieste e in collaborazione con Italia Nostra, Autorità di Sistema portuale del mare Adriatrico orientale, Archivio di Stato e Fondazione FS, l'esposizione ricorda l’arrivo della prima ferrovia a Trieste. La ferrovia Vienna – Trieste di 577 km, solennemente inaugurata il 27 luglio 1857, che ebbe un ruolo determinante nello sviluppo del porto e della città. Il visitatore, attraverso immagini storiche e più recenti, potrà percorrere in un viaggio ideale nel tempo, da Vienna a Trieste, sulla ferrovia realizzata dall’ing. Carlo Ghega. Una particolare attenzione sarà dedicata alla presentazione dell’ultimo tratto della “Meridionale”, da Lubiana a Trieste, e allo sviluppo dell’allora Porto Nuovo, oggi Porto Vecchio, e all’adiacente area ferroviaria. In esposizione anche documenti inediti, frutto delle ricerche svolte all’Archivio di Stato, nonché Materiale storico proveniente dal Museo Ferroviario di Trieste. La rassegn mostra sarà aperta al pubblico, con ingresso libero, fino all’8 ottobre, con i seguenti orari: venerdì dalle 17.00 alle 19.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00. I servizi di sorveglianza e assistenza al pubblico sono a cura della cooperativa sociale La Collina.