Giu 28

Un ricco cartellone di eventi, a fruizione gratuita, da sabato 1 luglio fino a sabato 9 settembre, articolato nelle sezioni musica, teatro e narrazione. 35 appuntamenti nella splendida cornice del Parco culturale di San Giovanni, storico luogo di innovazione e cambiamento. Si alterneranno artisti emergenti e talenti di rilievo nazionale e internazionale, spettacoli comici, reading, teatro d'impegno civile, concerti dal vivo e incontri con l’autore, dando vita a un festival che fonde ironia e satira, propone occasioni di svago e opportunità di riflessione, concerti e momenti di sperimentazione culturale.

Una direzione artistica collettiva quella del gruppo del Pupkin Kabarett, affiancato da altre collaborazioni per quanto riguarda il percorso delle “Narrazioni”. Il percorso live di musica e teatro (curato da Alessandro Mizzi e Laura Bussani) "In questa edizione il cartellone prenderà una forma più impegnata e coerente, ma allo stesso tempo diversificata nelle tematiche e nei generi. Apriremo anche una nuova piccola finestra in collaborazione con Bonawentura/Teatro Miela "Sguardi Incrociati" a cura di Massimo Navone, il nuovo progetto di narrazione del territorio dedicato a Trieste. Siamo arrivati alla quarta edizione e “Lunatico” è già un rifermento importante per l'attività culturale che Trieste offre durante il periodo estivo" -  spiega Mizzi.

Nel cartellone di questa edizione nomi di rilievo e occasioni imperdibili, dall’incontro con Diego Bianchi a Ornella Vanoni, dai Sick Tamburo al Management del Dolore Post Operatorio, da Flavio Oreglio all’immancabile compagnia del Pupkin che si cimenterà in una nuova avventura dedicata al vino di confine.
Forte il legame con la comunità e l’impegno sociale e solidale: Lunatico Festival accoglie al suo interno la festa di chiusura della Giornata mondiale del rifugiato, dedica appuntamenti a Medici Senza Frontiere e Amnesty International.

Ma non solo. Due importanti novità caratterizzano l'edizione di quest'anno: il Lunatico Comics Festival e un cartellone itinerante.

“Siamo arrivati al quarto anno, la sfida di organizzare un festival per la città si rinnova – spiega Fabio Inzerillo, presidente della cooperativa sociale La Collina – nella consapevolezza che le attività culturali siano irrinunciabile leva di sviluppo ed elemento di coesione per una comunità. Abbiamo deciso addirittura di rilanciare; quest'anno avremo anche il "Lunatico Comics Festival" e alcuni appuntamenti li porteremo anche in altre città della regione e nella vicina Slovenia. Ovviamente Il format continua ad essere “lunatico”, ironico ed eccentrico, ma poggia su un’attenta ricerca di espressioni artistiche capaci di valorizzare il territorio e diventare cosi stimolo, fonte di crescita, ma soprattutto momento di incontro confronto e spesso anche di riflessione”

Due giorni, 8 e 9 settembre, al Parco di San Giovanni di Trieste, con quattro autori di fumetti che rappresentano tre generazioni del fumetto italiano, dal “veterano” Otto Gabos (Frigidaire, Cyborg, Nova Express) alla giovanissima Cristina Portolano (“Quasi signorina”), dall’epoca delle riviste di fumetto d’autore al fenomeno del giornalismo a fumetti con Gianluca Costantini e Claudio Calia. Appuntamenti, dediche, book review per due giorni all’insegna delle nuvole disegnate!

Lunatico Festival è entrato a pieno titolo nell’offerta culturale regionale. L’edizione 2017 avrà un calendario itinerante: eventi non solo a Trieste ma anche a Udine, Gorizia e Pordenone, Muggia e Sgonico, a cui si aggiunge una serata oltre confine a Koper.
Il Lunatico Festival è un progetto della cooperativa sociale La Collina, realizzato con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in partnership con ASUITS, ASS 2 Bassa Friulana – Isontina, Comune di Muggia, Bonawentura/Teatro Miela, C.O.S.M., ICS, Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, European Alternatives, Legacoopsociali Friuli Venezia Giulia, Manifetso 2020; in collaborazione con Medici Senza Frontiere, Cooperativa Reset, Cooperativa Arcobaleno, con il patrocinio dell'Università degli Studi di Trieste.

SCARICA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DEL LUNATICO FESTIVAL 2017

 

 

Giu 26

Nuova edizione per il Lunatico Festival, incontri ravvicinati con musica teatro e narrazioni.
La conferenza stampa di presentazione della quarta edizione del Lunatico Festival si terrà mercoledì 28 giugno alle ore 11.00, presso la Stazione Rogers ( Riva Grumula 14, Trieste).
Il festival organizzato dalla cooperativa La Collina, con l'apporto di numerosi partner e con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, si svolgerà da luglio a settembre con un ricchissimo cartellone di eventi e importanti novità.

 

 

Set 21

La compagnia più instabile del Friuli Venezia Giulia fa tappa a Gorizia al Parco Basaglia con il reading musicale "Mastica e Sputa" l'ultima fatica letteraria di Pino Roveredo rovinata dalla compagnia del Pupkin Kabarett.

MASTICA E SPUTA

di Pino Roveredo

Reading Musicale
Produzione Bonawentura
Con la compagnia del Pupkin Kabarett
Laura Bussani, Stefano Dongetti, Alessandro Mizzi
Riccardo Morpurgo – piano
Stefano Bembi – Fisarmonica

La sofferenza, la rabbia, l’emarginazione ma anche l’ironia e il gioco dell’ultimo libro di racconti del grande autore triestino. Pino Roveredo ha concesso agli amici del Pupkin Kabarett di provare a cimentarsi con il suo ultimo libro che prende il titolo da un verso del grande Fabrizio De André. “Mastica e sputa” è infatti la rabbia da masticare e sputare verso l’indifferenza e la distrazione degli uomini e di Dio ma che tanto spesso va a braccetto col riso, col lato comico e ironico della vita che Roveredo ha spesso incontrato mentre camminava sul lato meno soleggiato della strada. Pino Roveredo, che si definisce anche un “autista” di storie più che un autore, questa volta sembra aver deciso di provare a salire in macchina con quei “picchiatelli” del Pupkin per provare a vedere dove li condurrà questo strampalato e bellissimo viaggio di musica, parole e emozioni.

Lo spettacolo inizia alle 17.30 ed è ad ingresso libero

Set 21

Il Lunatico Festival non si ferma! Ci spostiamo a #Gorizia con due appuntamenti da non perdere con la musica ed il teatro. Il primo si svolgerà giovedì 29 settembre alle 21.00: Franco Toro & Manlio Milazzi in concerto nella sala polivalenmte "Il Magazin" della cooperativa Arcobaleno in Via Del San Michele, 42 a Gorizia.

Franco Toro & Manlio Milazzi: il duo blues si basa sulla solida ritmica della chitarra, del footstomp e della potente vocalità di Franco Toro, coadiuvata dalla sapiente e incisiva armonica a bocca di Manlio Milazzi, considerato anche negli Stati Uniti come uno dei virtuosi emergenti dello strumento.
Il loro repertorio spazia su pezzi tratti dalla sterminata discografia del blues afroamericano, ponendo l'accento sui fenomeni di costume tipici del Mississippi e della Chicago dell'immediato dopoguerra.
Il percorso artistico di Franco si è recentemente incrociato con la passione per il blues del Pupkin Kabarett, facendo nascere una proficua collaborazione sfociata in commedie, readings e stand up commedian.
Blues, energia, originalità e ricerca della verità interpretativa sono la scelta stilistica del duo.
Il concerto è ad ingresso libero!

Set 01

Si conclude il Lunatico Festival con un fuori cartellone che prosegue la riflessione sulla contemporaneità: martedì 13 settembre alle ore 21.00 arriva sul palco del Parco di San Giovanni, sostenuto da Coop Alleanza 3.0, “Rumore di Acque” una produzione Teatro delle Albe-Ravenna Teatro, che indaga il dramma dei migranti.
“Il primo racconto di traversata che ho ascoltato a Mazara, nell’autunno del 2008, fu quello di una minuta, coraggiosa donna tunisina: timida, col suo italiano spezzettato tra i denti, faceva fatica ad alzare gli occhi. Cambiai il suo nome in Jasmine, trasfigurando la sua storia e mantenendone gli aspetti essenziali. E’ l’unica storia, tra quelle evocate dal Generale, che riguarda non un annegato o uno scomparso, ma una vita che si salva. Si salva davvero?” –spiega Marco Martinelli nelle sue note di regia– “Quel generale acido e nevrotico, quel funzionario che ne ha le scatole piene di star lì a contare numeri e morti e metterli in fila, quel ragionierino demoniaco e sarcastico, quello spettatore impotente davanti ai telegiornali, quello, proprio quello, siamo noi. Sono io. ”
“Rumore di Acque”, patrocinato da Amnesty International, ha debuttato in prima nazionale al Ravenna Festival nel luglio 2010 ed è stato rappresentato in vari luoghi, da Lampedusa alla Corsica, dalla Germania al Belgio, dalla Francia agli Stati Uniti al Cile. In questi anni è stato tradotto in tedesco, francese, inglese, spagnolo, rumeno e portoghese.
“Rumore di Acque” chiude l'edizione 2016 del Lunatico Festival, il calendario di appuntamenti ad ingresso libero che ha animato le notti estive del Parco di San Giovanni di Trieste. Un arrivederci alla prossima estate ma anche un'anteprima di “Ad Alta Voce”, la manifestazione di Coop Alleanza 3.0 che porterà letture in luoghi insoliti della città di Trieste dal 20 al 22 ottobre 2016. Elio Gasperoni, vicepresidente attività istituzionali e governance sociale di Coop Alleanza 3.0, interverrà in apertura di serata per un saluto e per anticipazioni su programma, luoghi e ospiti della manifestazione culturale.

Rumore di acque
di Marco Martinelli
ideazione Marco Martinelli, Ermanna Montanari
regia Marco Martinelli
in scena Alessandro Renda
musiche originali Guy Klucevsek
spazio, luci, costume Ermanna Montanari, Enrico Isola
sartoria e capi vintage Laura Graziani Alta Moda, A.N.G.E.L.O.
tecnico luci Fabio Ceroni
tecnico del suono Enrico Isola
promozione Silvia Pagliano, Francesca Venturi
coproduzione Ravenna Festival, Teatro delle Albe-Ravenna Teatro col patrocinio di AMNESTY INTERNATIONAL

Pagina 25 di 32