Microarea Zindis: presentazione del nuovo corso di formazione dell'Edilmaster

25 Luglio 2016 Scritto da 
in Zindis

Mercoledì 27 luglio alle 15 negli spazi della microarea, sarà presentato il nuovo corso professionale triennale per diventare operatore artistico, che arricchisce l'offerta formativa dell'Edilmaster di Trieste.

La scuola con sede in via Cosulich (zona industriale) intende proporre un nuovo laboratorio delle arti, ovvero un progetto per il recupero delle storiche discipline della formazione artistica ed artigianale che stanno scomparendo. Dal disegno alla computer grafica, alla pittura ,alla scultura, dall’ intaglio del legno ai sistemi di utilizzo del legno per opere di carpenteria, dalla lavorazione dei metalli alla forgiatura, all’ incisione allo sbalzo, dalla realizzazione di complementi di arredo alle opere di muratura, dalle stampa 3d alla progettazione e realizzazione di modellini e plastici architettonici, dai murales ai graffiti, dal ripristino dei muri a secco e delle antiche pavimentazioni al restauro di reperti storici…

Questa iniziativa nasce dalla collaborazione con autentici “maestri d’arte”, veri esperti nelle varie antiche discipline dell’ arte intesa come perizia da applicare nei vari mestieri secondo quei processi di autocomprensione che aprono la via alla poliedricità dell’ ingegno.
Il piano formativo si articola su diversi livelli di approfondimento, dalle pratiche dell’ arte edificatoria per studenti universitari, alle arti della rappresentazione necessaria allo sviluppo dell’ forze immaginative nei giovanissimi. Una delle finalità del laboratorio delle arti, è la formazione di persone qualificate per interventi di restauro e di salvaguardia del patrimonio storico artistico culturale presenti nel nostro territorio, sarà svolto in collaborazione con l’ Università degli studi ed il Comune di Trieste, la soprintendenza dei B.A.A. Analogamente all’ iniziativa: “il lavoro manuale come medicina dell’anima”, dove attraverso la manutenzione su qualcosa fatto da altri , permetteva di capire ciò che era stato fatto, ripercorrendo il ”pensiero” di colui che ha realizzato per primo quell’ opera. Con il laboratorio delle arti si intende arrivare al recupero delle arti che si stanno “estinguendo” insieme al gusto, alla sensibiltà ed al sapere tradizionale che non è il sinonimo di cose vecchie superflue, ma l’espressione del deposito culturale su cui poggia la coscienza e l’identità di un popolo. Il percorso di studi sarà tenuto da un corpo docente composto da esperti artigiani e giovani innovatori, con l’obiettivo di tradurre i saperi di una volta in strumenti utili nella contemporaneità salvaguardandone i valori e i principi.
Il corso è gratuito; per informazioni visita il sito www.edilmaster.ts.it

Ultima modifica il Lunedì, 25 Luglio 2016 14:30