Mag 16

Recentemente a Radio Fragola Gorizia è stata data la possibilità di collaborare ad un progetto cofinanziato dall’Istituto d’Arte e Ricerca Reina Sofia di Madrid per “Entrar Afuera”.
Grazie al contatto tra il museo e la Cooperativa “La Collina” infatti, il team goriziano sta realizzando durante questi due mesi numerose traduzioni in lingua inglese di video-interviste in spagnolo e italiano aventi come argomenti centrali la deistituzionalizzazione nel mondo della psichiatria e il lavoro sulle micro-aree.
Ogni video richiede inoltre la sottotitolazione in lingua inglese per favorirne la comprensione.
Personalità importanti della psichiatria spagnola, ma anche italiana, come Giovanna Del Giudice e Franco Rotelli, raccontano la loro esperienza e forniscono testimonianze insieme a operatori delle micro-aree e figure del mondo della sanità greca.
Questa esperienza andrà ad accrescere il bagaglio culturale e professionale del team Radio Fragola Gorizia, oltre a favorire il proseguimento dello sviluppo di contatti europei iniziato con il recente viaggio in Inghilterra.

Apr 27

Anche quest'anno torna il Fragola di Maggio, il tradizionale appuntamento del Primo Maggio organizzato da Radio Fragola negli spazi del Parco di San Giovanni.
Un momento di festa ad ingresso gratuito per passare insieme al Primo Maggio, in uno dei luoghi simbolo della nostra città, il Parco di San Giovanni, da cui quarantanni fa iniziò la rivoluzione basagliana. Uno spazio di socialità e aggregazione al di fuori delle logiche commerciali, senza barriere fra chi vive nel parco e chi vive il parco, ma anche per chi non è mai venuto in parco e può cogliere questa occasione per riappropriarsi di un luogo.

Il Programma:
dalle 12 apertura punto ristorativo a cura de Il Posto delle Fragole, maratona musicale e radiofonica a cura dei dj di Radio Fragola. Alle ore 16 visita guidata in radio con i bambini presenti: l'occasione per visitare gli studi ma anche per provare dal vivo l'emozione di una diretta. I piccoli partecipanti avranno infatti l'occasione di trasmettere le loro voci sui 104.5-104.8.

Alle ore 17.30 doppio concerto con Blue Cheese e Cortellino. Matteo "Zecca" Zecchini, Mike Church e Sandro Spirale sono i Blue Cheese, un classico rock blues trio. Nel loro repertorio Muddy Waters, Canned Heat, Rolling Stones e non solo.
A seguire Cortellino. Cantautore di Trieste che di nome fa Enrico, nel 2007 con l'uscita del primo disco per l'etichetta udinese Arab Sheep inizia a suonare sotto lo pseudonimo di Cortex che ora ha abbandonato ma che persiste come soprannome. Nel 2008 suonando al Piper di Roma, alla finale del Tour Music Fest, viene notato da Mogol che lo premia per i testi, assegnandogli una borsa di studio per il C.E.T.. Nel 2010 - 2011 si dedica ad auto-produzioni sul web e a suonare dal vivo. Nel 2013 esce “Cinico Romantico” per Maninalto! Records di Milano, grazie al quale viene definito cantautore Blues Lo-Fi, ottenendo buone critiche dalla stampa, dal web e dalle radio. Ad ottobre dello stesso anno viene istituito artista della settimana da MTV New Generation. Nel 2014 apre i concerti di Tonino Carotone e suona allʼafter-party del concerto di Manu Chao. A Settembre riceve il premio Superstage al Mei di Faenza come miglior artista emergente dell'anno. Nel 2015 registra il suo terzo album che viene scelto, assieme ad altri 10 artisti italiani, da Irma Records in collaborazione con Radio Coop, per far parte della collana "Mi sento indie" uscita a marzo 2016 e distribuita in tutta Italia in esclusiva per le librerie Coop. Nel 2017 pubblica alcuni singoli tra i quali Bblues che ottiene lʼanteprima video su Rolling Stones, ed Ero Solo che finisce in anteprima su Repubblica. Successivamente inizia il suo tour nazionale supportato da Materiali Musicali, SIAE e MIBACT per il progetto SʼIllumina.

Feb 21

Con il motto “Giornalismo Etico contro i Discorsi d’Odio”, il progetto RESPECT WORDS, coordinato dalla associazione EMA-RTV, coglie la necessità di ripensare come i media e i giornalisti trattano l’argomento relativo ai processi migratori e alle minoranze etniche e religiose.
In un contesto particolarmente preoccupante – disumanizzazione delle politiche inerenti l’immigrazione, mancanza di empatia con la vita e i diritti, aumento di discorsi islamofobici e xenofobi, commercializzazione delle informazioni giornalistiche – oltre 150 media europei e circa 1300 giornalisti degli 8 paesi partner del progetto RESPECT WORDS (Germania, Austria, Slovenia, Spagna, Grecia, Ungheria, Irlanda e Italia) lavoreranno insieme per contribuire alla realizzazione di un nuovo linguaggio, essenziale nella lotta contro i discorsi d’odio.
RESPECT WORDS si basa su tre attività principali:
La prima è orientata verso lo sviluppo e la realizzazione di un codice etico su come trattare, giornalisticamente, gli aspetti legati ai processi migratori (link su “CODICE ETICO”), alle minoranze etniche e religiose. Per preparare questo documento, ogni partner organizzerà nel proprio paese, insieme ad istituzioni ed esperti, un seminario le cui conclusioni saranno raccolte, condivise e organizzate in un comune codice etico europeo.
La seconda attività prevede il lancio online sul sito web del progetto, di una mappa interattiva delle migliori pratiche europee adottate nei confronti dei processi migratori e delle minoranze. Questo darà loro visibilità nel contesto europeo, sottolineando iniziative positive nei settori della comunicazione, dell’informazione, della cultura e dell’integrazione delle popolazioni migranti e delle minoranze. Queste buone pratiche saranno estese ad altre aree, e forniranno esempi per migliorare l’atteggiamento dei media su questi temi.
La terza attività,prevede la realizzazione di una campagna radiofonica europea che i partner del progetto produrranno per mezzo di programmi informativi, interviste e messaggi attraverso cui accrescere la consapevolezza sulle cause delle crisi umanitarie, dei processi migratori, dei rifugiati e dei diritti delle minoranze etniche e religiose. La campagna radiofonica verrà trasmessa, nelle rispettive lingue, in ognuno degli 8 paesi coinvolti nel progetto, con un unico titolo “PAROLE DI RISPETTO”, come il nome del progetto e come il motto per un “giornalismo etico contro i discorsi d’odio”.

Radio Fragola aderisce al progetto: potete ascoltare Respect Words ogni settimana martedì alle 10.35 e sabato alle 10.35

Gen 08

Alla fine di gennaio Radio Fragola Gorizia sarà in Inghilterra per presentare il suo lavoro nel contesto di due importanti rassegne artistiche.
Grazie all’appoggio del Dipartimento di Salute Mentale di Gorizia e della cooperativa sociale La Collina, il gruppo che da un anno e mezzo è impegnato nella produzione di podcast radiofonici negli spazi del Parco Basaglia, sarà il 25 e 26 gennaio all’Anglia Ruskin University di Cambridge dove presenterà il radiodramma “Tanto chiasso per Arlecchino” di Walter Benjamin nel contesto di PLACE: Relinking, Relating, Relaying – ricollegare, raccontare, trasmettere. L’iniziativa è intesa a esplorare attraverso la produzione artistica le idee di localizzazione, di identità e di esodo nel contesto di un’epoca di incertezza, con lo scopo di mostrare come l’arte possa attraversare i confini e creare nuove narrazioni e connessioni.

L’ente organizzatore ALL (Art, Language, Location) è un’organizzazione no-profit supportata oltre che dall’Anglia Ruskin University, anche dalla Cambridge School of Art e dall’Arts Council of England.
Nei mesi scorsi ALL ha invitato alcuni artisti attivi nell’area di Trieste a proporre opere e installazioni per l’edizione 2018 della rassegna. In questo contesto Guillermo Giampietro, operatore della Cooperativa La Collina e del progetto Radio Fragola Gorizia, ha sottoposto al comitato organizzatore uno dei prodotti radiofonici realizzati dal laboratorio goriziano, il radiodramma scritto dal filosofo tedesco Walter Benjamin. L’idea di proporre il questo raro prodotto radiofonico, corredandolo di un apparato visuale e dalla sottotitolazione inglese, è subito piaciuta al comitato promotore di PLACE che ha deciso di dedicare uno spazio dell’esibizione a questa installazione radiofonica. Il team della radio è stato anche invitato a partecipare a uno dei due workshop previsti, per presentare il proprio lavoro e scambiare esperienze con altri artisti e gruppi di lavoro provenienti dall’Italia, dalla Slovenia, dalla Bosnia-Erzegovina o attivi nella stessa Inghilterra.

Lo stesso gruppo di lavoro goriziano sarà poi il 27 gennaio al centro di arte contemporanea della città di Nottingham, per presentare la riduzione dell’audio-documentario «B come Basaglia», corredata da un apparato visuale e dalla sottotitolazione in inglese. Seguirà una performance radiofonica dal vivo e quindi anche in questa sede il radiodramma di Walter Benjamin.

Nottingham Contemporary è uno delle più importanti realtà culturali britanniche, un centro d’arte internazionale registrato come organizzazione di utilità sociale, che ha come scopo principale il coinvolgimento della comunità locale nelle proprie attività. Per questo motivo gli eventi e le mostre che vi si svolgono sono numerosissimi e ad accesso gratuito, con una particolare cura nel coinvolgimento delle scuole, dell’associazionismo locale e della cittadinanza in generale.
L’invito di Nottingham Contemporary a Radio Fragola si spiega proprio con la spiccata vocazione “sociale” di questa importante istituzione culturale. La giornata sarà infatti anche un’occasione di confronto e riflessione insieme ad un pubblico di studenti e ricercatori sul funzionamento del sistema della salute mentale nella regione Friuli Venezia Giulia. L’esperienza di Radio Fragola Gorizia è infatti un esempio di come sia possibile unire pratiche di salute mentale e formazione professionale, superando pregiudizi ed esclusione.

Radio Fragola tenterà di coprire entrambi gli eventi con delle dirette streaming e il team della radio sarà impegnato a documentare con audio, video e sul sito web le diverse fasi di questa importante trasferta. Con il materiale raccolto sarà realizzato un audio-documentario/diario di viaggio, ricordando un’esperienza che permetterà di stabilire e sviluppare nuove relazioni e progetti.

Per scoprire di più sul progetto Radio Fragola Gorizia: http://www.radiofragola.com/radio-fragola-gorizia/
Per la versione integrale dell’audio-documentario: http://www.radiofragola.com/b-come-basaglia/

Nov 15

Non perdete venerdì 17 novembre dalle 14.30 il collegamento facebook dalla pagina di Radio Fragola del working group Latin American without asylums, uno degli appuntamenti del convegno "The right (and opportunity) to have a (whole) life".

Il programma:

Latin America without asylums (working group)

Spazio Ugo Guarino, via Bottacin, nr.4

(language: ita/esp/por)

Chair: Giovanna Del Giudice

Latin America without asylums: rights, dignity, and community: 26 years after the Caracas Declaration: Brazil, Argentina, Peru, etc (Rossana Seabra Sade, Fernanda Nicacio, Patricia Pauluc, Celeste Romero, Alberto Vazquez, Mario Colucci, Michela Vogrig, Elisabetta Pascolo, ….)

Pagina 1 di 11