LaCollina

E' arrivato il settimo numero de La Lanterna, il giornale d’informazione su salute, territorio e comunità curato dalla redazione di Via Romana a Monfalcone.
Gli amici di Illustra hanno creato una splendida copertina ad hoc per il numero natalizio della Lanterna. Inutile negarlo, quest’anno il Natale ha un altro sapore.
Speriamo di allietarlo con le nostre storie. Un numero, il settimo, ricchissimo. Scoprirete dove vanno a finire le navi quando “muoiono”, conoscerete Carmen, capirete perchè non è sempre facile leggere scrivere e far di conto, vi chiederete se per creare sia necessario distruggere, e chi meglio di Maradona ha fatto questo? Vedrete gli invisibili di Monfalcone, vi appassionerete al calcio femminile, canterete a squarciagola, suonerete l’arpa e, chissà, sognerete di fare l’influencer. Infine, permetteteci un po’ di orgogliosa vanità: siamo finiti sulla pagina della cultura del Piccolo. Qualcuno in redazione ha commentato: con tutte le volte che son finito sul piccolo per storiacce, almeno una volta per una cosa bella. È il più bel complimento che ci, e si, potesse fare. Fermatevi un attimo su quelle parole, date loro il giusto peso. Pensateci, perché dietro c’è tutta la fatica del riscatto di una vita.
Buona lettura, e Buon Natale.

SCARICA QUI LA LANTERNA N°7

Si è conclusa la selezione dei candidati al progetto "Prius Melara". I punteggi sono stati assegnati in base all’età, l’anzianità di disoccupazione, l’ISEE, il nucleo famigliare, le esperienze lavorative inerenti al campo della manutenzione e un bonus per chi ha una disabilità superiore al 46%. Per maggiori informazioni sui punteggi consultare il Regolamento scaricabile qui.

Se non è stata ricevuta notizia sull’esito della propria candidatura oppure si vogliono avere maggiori informazioni riguardo al proprio punteggio, potete scrivere alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure al numero 327 1105251.

1° dicembre 2020, Trieste
Giornata Mondiale di Lotta all'AIDS
più o meno positivi #10
ON AIR / ON WEB
dalle 15 alle 19 in live streaming su www.facebook.com/piuomenopositivi

TRIESTE – La Giornata Mondiale di Lotta all'AIDS, indetta ogni anno il 1º dicembre, è dedicata ad accrescere la coscienza collettiva sull’epidemia mondiale di AIDS dovuta alla diffusione del virus HIV. Istituita nel 1988, a seguito di un summit mondiale dei ministri della sanità, fu subito adottata da governi, organizzazioni e associazioni di tutto il mondo.
La manifestazione “più o meno positivi”, organizzata dal Dipartimento delle Dipendenze dell’ASUGI in coorganizzazione con il Comune di Trieste, quest’anno giunge alla sua decima edizione e costituisce, come ogni 1° dicembre, un’occasione unica per parlare di HIV, AIDS e altre malattie a trasmissione sessuale dal punto di vista della scienza, della sanità, della cultura e dell’impegno sociale. Già da alcune settimane è partita la campagna di prevenzione “Cartelli Volanti” a bordo degli autobus della città, grazie alla fondamentale collaborazione e supporto di Trieste Trasporti spa, e martedì 1° dicembre dalle 15 alle 19 si svolgerà la ormai consolidata Giornata Mondiale di Lotta all’AIDS di Trieste.

Per questa edizione, date le restrizioni anti-covid, la giornata “più o meno positivi #10 ON AIR / ON WEB” sarà interamente trasmessa in live streaming sulla pagina facebook: www.facebook.com/piuomenopositivi e si aprirà alle ore 15 con il saluto di Roberta Balestra, direttore del Dipartimento delle Dipendenze dell’ASUGI, a cui seguirà una restituzione della conferenza stampa del mattino con gli interventi di Francesca De Santis, assessore ai Grandi eventi, Giovani e Pari opportunità del Comune di Trieste, Roberta Balestra stessa, Roberto Luzzati, direttore della Clinica Malattie Infettive dell’ASUGI, Claudia Colli, responsabile del Centro Malattie a Trasmissione Sessuale dell’ASUGI, e i partner dell’evento, le cooperative sociali e le associazioni ALT, Amico, CLU, Duemilauno, La Collina e La Quercia.
Seguirà un momento di approfondimento scientifico in cui Claudia Colli, responsabile del Centro Malattie a Trasmissione Sessuale dell’ASUGI, e Andrea Misin, infettivologo della Clinica Malattie Infettive dell’ASUGI, risponderanno alle domande sul tema HIV e AIDS dei ragazzi del SISM-Segretariato Italiano Studenti Medicina dell'Università degli Studi di Trieste.
Alle ore 16.30 la giornata proseguirà con l’intervento di Massimo Premuda, curatore della mostra "più o meno positivi", che racconterà le passate edizioni attraverso alcune delle opere più significative, con un contributo di Cecilia Donaggio, visual designer, che presenterà il catalogo "più o meno positivi #9" della passata edizione, e con l’incontro di Lilli Zumbo, educatrice de La Collina soc.coop., e Renzo Grigolon, docente del Liceo Artistico Nordio, che dialogheranno in merito alla partecipazione dei ragazzi degli istituti superiori di Trieste alle mostre precedenti.
Alle ore 17.30 il pomeriggio continuerà con l’intervento di Mila Sponza, presidente di ALT-Associazione di cittadini e familiari per la prevenzione e la lotta alla dipendenza onlus, che racconterà i 30 anni di attività dell'associazione e i 20 anni del giornale di strada Volere Volare, e proseguirà con il reading “Fermate il mondo, voglio scendere!”, adattamento ai nostri giorni di “La peste” di Albert Camus, realizzato da Stolen Wordz con il contributo di Zuf Zone e dei ragazzi di Androna Giovani, e introdotto da Matteo Verdiani, educatore de La Quercia soc.coop..
La giornata si chiuderà infine alle ore 18.30 con il concerto unplugged della cantautrice Chiara Vidonis, autrice dell'album "Tutto il resto non so dove".
L’intera manifestazione verrà trasmessa in live streaming dallo studio di Radio Fragola e ogni intervento sarà intervallato da 9 brevi prodotti di videoarte selezionati dalle 9 passate edizioni della mostra di arti visive, ad opera di Carlo Andreasi, Roberta Cianciola, Guillermo Giampietro, Max Jurcev, Massimo Margon, Lucilla Palazzetti, Lorenzo Pavatich, Guido Penne, Michael Pertan, Psaicopat e Sabrina Rigutti.

PROGRAMMA

ore 11, Androna Giovani, Trieste
CONFERENZA STAMPA
Francesca De Santis, assessore ai Grandi eventi, Giovani e Pari opportunità, Comune di Trieste
Roberta Balestra, direttore del Dipartimento delle Dipendenze, ASUGI
Roberto Luzzati, direttore della Clinica Malattie Infettive, ASUGI
Claudia Colli, responsabile del Centro Malattie a Trasmissione Sessuale, ASUGI
partecipano le cooperative sociali e le associazioni ALT, Amico, CLU, Duemilauno, La Collina e La Quercia

ore 15, Radio Fragola, Trieste
più o meno positivi #10
ON AIR / ON WEB
in live streaming su www.facebook.com/piuomenopositivi

ore 15
- video Guillermo Giampietro, positivo e negativo, 1’39’’, 2011
- LIVE Roberta Balestra, direttore del Dipartimento delle Dipendenze-ASUGI, inaugura la decima edizione di "più o meno positivi", Giornata Mondiale di Lotta all'AIDS, per la prima volta online, ricordando tutti i protagonisti delle passate edizioni dal privato sociale alle associazioni culturali, segue restituzione della conferenza stampa del mattino
- video Michael Pertan, + - ?, in collaborazione con Ottavio Bisiani, Matteo Bulfon, Monica Valencich, 5’50’’, 2012
- Claudia Colli, responsabile del Centro Malattie a Trasmissione Sessuale-ASUGI, e Andrea Misin, infettivologo della Clinica Malattie Infettive-ASUGI, dialogano sul tema HIV e AIDS con i ragazzi del SISM-Segretariato Italiano Studenti Medicina dell'Università degli Studi di Trieste
- video Roberta Cianciola, Guido Penne, La differenza minima, 4’10’’, 2013

ore 16.30
- LIVE Massimo Premuda, curatore della mostra "più o meno positivi", racconta le passate edizioni attraverso alcune delle opere più significative
- video Max Jurcev, Branco, 2’33’’, 2014
- LIVE Cecilia Donaggio, visual designer, presenta il catalogo "più o meno positivi #9" della passata edizione
- video Massimo Margon, H I V, 0’57’’, 2016
- LIVE Lilli Zumbo, educatrice de La Collina soc.coop., dialoga con Renzo Grigolon, docente del Liceo Artistico Nordio, sulla partecipazione dei ragazzi degli istituti superiori di Trieste alle mostre precedenti
- video Massimo Margon, Lorenzo Pavatich, Ar(V)T la terapia anti retro virale diventa arte, 2’51’’, 2017

ore 17.30
- LIVE Mila Sponza, presidente di ALT-Associazione di cittadini e familiari per la prevenzione e la lotta alla dipendenza onlus, racconta i 30 anni di attività dell'associazione e i 20 anni del giornale di strada Volere Volare
- video Carlo Andreasi, Lucilla Palazzetti, Love song, 3’41’’, 2018
- Matteo Verdiani, educatore de La Quercia soc.coop., introduce il reading “Fermate il mondo, voglio scendere!”, adattamento ai nostri giorni di “La peste” di Albert Camus, realizzato da Stolen Wordz con il contributo di Zuf Zone e dei ragazzi di Androna Giovani. Il reading, mutuando dall’autore francese il concetto metaforico di “peste”, farà dialogare all’interno della narrazione, persone comuni di oggi attraverso le lettere originali scritte di proprio pugno dai genitori dei ragazzi coinvolti nel progetto, che le leggeranno dalle proprie abitazioni, alternate a composizioni poetiche scritte ad hoc, evidenziando così il distanziamento sociale a cui siamo sottoposti tutti in questo preciso momento.
- video Psaicopat, HIV (Ho Istruzioni sul Virus), video di Patrick Dorella, Guillermo Giampietro, Radio Fragola Gorizia, prodotto da Agento Smit, 3’38’’, 2018

ore 18.30
- LIVE concerto unplugged della cantautrice Chiara Vidonis, autrice dell'album "Tutto il resto non so dove"
- video Sabrina Rigutti, I’m with you, 2’40’’, 2020

 

1° dicembre 2020, Trieste
Giornata Mondiale di Lotta all'AIDS
più o meno positivi #10
ON AIR / ON WEB
organizzazione Dipartimento delle Dipendenze, ASUGI
coorganizzazione Comune di Trieste
patrocinio Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
supporto Trieste Trasporti spa
contributo ALT, Amico, CLU, Duemilauno, La Collina, La Quercia
supporto tecnico Luca Gabrielli, La Collina soc.coop., Radio Fragola

più o meno positivi
HIV+- = insieme vinciamo l’AIDS
Giornata Mondiale di Lotta all’AIDS Trieste
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.facebook.com/piuomenopositivi

La cooperativa La Collina, a partire dal mese di agosto 2020, ha aggiunto alle sue iniziative anche quella della gestione degli spazi della Palestra sita all’interno del Parco Basaglia.
Dopo la creazione di “Area 174”, questa ulteriore iniziativa si inserisce nel quadro degli interventi per la riqualificazione e per il rinnovamento dell’immagine collettiva della struttura di Via Vittorio Veneto.
Il bell’impianto comprende un grande salone interno adibito a campo di pallacanestro e disponibile per diverse attività sportive e ricreative, tre spogliatoi dotati di docce, una sala fitness e un magazzino/deposito. Tutti gli ambienti sono riscaldati. All’esterno, un grande campo da pallacanestro dotato di tribunetta e impianto di illuminazione completa la dotazione.

Godendo di questi ampi spazi, sia interni che esterni e pregiandosi di una felice posizione rispetto alla città di Gorizia e al confine sloveno, immersa nel rigoglioso e ben curato verde del Parco Basaglia, la struttura si offre a molteplici utilizzi e si propone come valido punto di riferimento per qualsiasi iniziativa si volesse promuovere anche nel sostegno delle attività a carattere transfrontaliero .

Nella fase iniziale della gestione si è provveduto ad organizzare le competenze per garantire la cura e la messa in sicurezza della struttura. Avvalendosi di soggetti inseriti nell’ambito delle iniziative del CSM di Gorizia, tramite Borse Lavoro atte a favorire l’inserimento nel mondo lavorativo e sociale e grazie alla supervisione e alla professionalità di Tutor preparati, si sono attuate delle misure per l'organizzazione e la gestione della manutenzione e delle pulizie degli spazi interni ed esterni.

Si sono coinvolte le associazioni che già utilizzavano in precedenza la palestra per le loro attività e se ne sono cercate altre che ne potessero godere. Si è concordata la corresponsione di un contributo da parte di queste, commisurata al reale utilizzo della stessa palestra. Questo garantisce che i costi di gestione siano coperti e che questi non gravino sul bilancio dell’Azienda.

Il 10 Ottobre 2020 si è organizzato un “OPEN DAY”, una giornata inaugurale e promozionale con lo scopo di annunciare la restituzione alla città di Gorizia della possibilità di fruire di questo meraviglioso spazio. L’evento è stato arricchito con la realizzazione di un percorso storico culturale attraverso i luoghi Parco all’interno della progettualità degli “Itinerari Basagliani”.

Il progetto ambizioso è quello di far sì che gli orari settimanali, che sono a disposizione di tutti, siano interamente coperti e utilizzati, estendendo l’accesso non solo alle attività sportive o ricreative ma anche ad altre iniziative sociali e culturali quali mostre, convegni e rappresentazioni.

Pagina 1 di 302