Dic 21

Si è conclusa la selezione dei candidati al progetto "Prius Melara". I punteggi sono stati assegnati in base all’età, l’anzianità di disoccupazione, l’ISEE, il nucleo famigliare, le esperienze lavorative inerenti al campo della manutenzione e un bonus per chi ha una disabilità superiore al 46%. Per maggiori informazioni sui punteggi consultare il Regolamento scaricabile qui.

Se non è stata ricevuta notizia sull’esito della propria candidatura oppure si vogliono avere maggiori informazioni riguardo al proprio punteggio, potete scrivere alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure al numero 327 1105251.

Nov 30

1° dicembre 2020, Trieste
Giornata Mondiale di Lotta all'AIDS
più o meno positivi #10
ON AIR / ON WEB
dalle 15 alle 19 in live streaming su www.facebook.com/piuomenopositivi

TRIESTE – La Giornata Mondiale di Lotta all'AIDS, indetta ogni anno il 1º dicembre, è dedicata ad accrescere la coscienza collettiva sull’epidemia mondiale di AIDS dovuta alla diffusione del virus HIV. Istituita nel 1988, a seguito di un summit mondiale dei ministri della sanità, fu subito adottata da governi, organizzazioni e associazioni di tutto il mondo.
La manifestazione “più o meno positivi”, organizzata dal Dipartimento delle Dipendenze dell’ASUGI in coorganizzazione con il Comune di Trieste, quest’anno giunge alla sua decima edizione e costituisce, come ogni 1° dicembre, un’occasione unica per parlare di HIV, AIDS e altre malattie a trasmissione sessuale dal punto di vista della scienza, della sanità, della cultura e dell’impegno sociale. Già da alcune settimane è partita la campagna di prevenzione “Cartelli Volanti” a bordo degli autobus della città, grazie alla fondamentale collaborazione e supporto di Trieste Trasporti spa, e martedì 1° dicembre dalle 15 alle 19 si svolgerà la ormai consolidata Giornata Mondiale di Lotta all’AIDS di Trieste.

Per questa edizione, date le restrizioni anti-covid, la giornata “più o meno positivi #10 ON AIR / ON WEB” sarà interamente trasmessa in live streaming sulla pagina facebook: www.facebook.com/piuomenopositivi e si aprirà alle ore 15 con il saluto di Roberta Balestra, direttore del Dipartimento delle Dipendenze dell’ASUGI, a cui seguirà una restituzione della conferenza stampa del mattino con gli interventi di Francesca De Santis, assessore ai Grandi eventi, Giovani e Pari opportunità del Comune di Trieste, Roberta Balestra stessa, Roberto Luzzati, direttore della Clinica Malattie Infettive dell’ASUGI, Claudia Colli, responsabile del Centro Malattie a Trasmissione Sessuale dell’ASUGI, e i partner dell’evento, le cooperative sociali e le associazioni ALT, Amico, CLU, Duemilauno, La Collina e La Quercia.
Seguirà un momento di approfondimento scientifico in cui Claudia Colli, responsabile del Centro Malattie a Trasmissione Sessuale dell’ASUGI, e Andrea Misin, infettivologo della Clinica Malattie Infettive dell’ASUGI, risponderanno alle domande sul tema HIV e AIDS dei ragazzi del SISM-Segretariato Italiano Studenti Medicina dell'Università degli Studi di Trieste.
Alle ore 16.30 la giornata proseguirà con l’intervento di Massimo Premuda, curatore della mostra "più o meno positivi", che racconterà le passate edizioni attraverso alcune delle opere più significative, con un contributo di Cecilia Donaggio, visual designer, che presenterà il catalogo "più o meno positivi #9" della passata edizione, e con l’incontro di Lilli Zumbo, educatrice de La Collina soc.coop., e Renzo Grigolon, docente del Liceo Artistico Nordio, che dialogheranno in merito alla partecipazione dei ragazzi degli istituti superiori di Trieste alle mostre precedenti.
Alle ore 17.30 il pomeriggio continuerà con l’intervento di Mila Sponza, presidente di ALT-Associazione di cittadini e familiari per la prevenzione e la lotta alla dipendenza onlus, che racconterà i 30 anni di attività dell'associazione e i 20 anni del giornale di strada Volere Volare, e proseguirà con il reading “Fermate il mondo, voglio scendere!”, adattamento ai nostri giorni di “La peste” di Albert Camus, realizzato da Stolen Wordz con il contributo di Zuf Zone e dei ragazzi di Androna Giovani, e introdotto da Matteo Verdiani, educatore de La Quercia soc.coop..
La giornata si chiuderà infine alle ore 18.30 con il concerto unplugged della cantautrice Chiara Vidonis, autrice dell'album "Tutto il resto non so dove".
L’intera manifestazione verrà trasmessa in live streaming dallo studio di Radio Fragola e ogni intervento sarà intervallato da 9 brevi prodotti di videoarte selezionati dalle 9 passate edizioni della mostra di arti visive, ad opera di Carlo Andreasi, Roberta Cianciola, Guillermo Giampietro, Max Jurcev, Massimo Margon, Lucilla Palazzetti, Lorenzo Pavatich, Guido Penne, Michael Pertan, Psaicopat e Sabrina Rigutti.

PROGRAMMA

ore 11, Androna Giovani, Trieste
CONFERENZA STAMPA
Francesca De Santis, assessore ai Grandi eventi, Giovani e Pari opportunità, Comune di Trieste
Roberta Balestra, direttore del Dipartimento delle Dipendenze, ASUGI
Roberto Luzzati, direttore della Clinica Malattie Infettive, ASUGI
Claudia Colli, responsabile del Centro Malattie a Trasmissione Sessuale, ASUGI
partecipano le cooperative sociali e le associazioni ALT, Amico, CLU, Duemilauno, La Collina e La Quercia

ore 15, Radio Fragola, Trieste
più o meno positivi #10
ON AIR / ON WEB
in live streaming su www.facebook.com/piuomenopositivi

ore 15
- video Guillermo Giampietro, positivo e negativo, 1’39’’, 2011
- LIVE Roberta Balestra, direttore del Dipartimento delle Dipendenze-ASUGI, inaugura la decima edizione di "più o meno positivi", Giornata Mondiale di Lotta all'AIDS, per la prima volta online, ricordando tutti i protagonisti delle passate edizioni dal privato sociale alle associazioni culturali, segue restituzione della conferenza stampa del mattino
- video Michael Pertan, + - ?, in collaborazione con Ottavio Bisiani, Matteo Bulfon, Monica Valencich, 5’50’’, 2012
- Claudia Colli, responsabile del Centro Malattie a Trasmissione Sessuale-ASUGI, e Andrea Misin, infettivologo della Clinica Malattie Infettive-ASUGI, dialogano sul tema HIV e AIDS con i ragazzi del SISM-Segretariato Italiano Studenti Medicina dell'Università degli Studi di Trieste
- video Roberta Cianciola, Guido Penne, La differenza minima, 4’10’’, 2013

ore 16.30
- LIVE Massimo Premuda, curatore della mostra "più o meno positivi", racconta le passate edizioni attraverso alcune delle opere più significative
- video Max Jurcev, Branco, 2’33’’, 2014
- LIVE Cecilia Donaggio, visual designer, presenta il catalogo "più o meno positivi #9" della passata edizione
- video Massimo Margon, H I V, 0’57’’, 2016
- LIVE Lilli Zumbo, educatrice de La Collina soc.coop., dialoga con Renzo Grigolon, docente del Liceo Artistico Nordio, sulla partecipazione dei ragazzi degli istituti superiori di Trieste alle mostre precedenti
- video Massimo Margon, Lorenzo Pavatich, Ar(V)T la terapia anti retro virale diventa arte, 2’51’’, 2017

ore 17.30
- LIVE Mila Sponza, presidente di ALT-Associazione di cittadini e familiari per la prevenzione e la lotta alla dipendenza onlus, racconta i 30 anni di attività dell'associazione e i 20 anni del giornale di strada Volere Volare
- video Carlo Andreasi, Lucilla Palazzetti, Love song, 3’41’’, 2018
- Matteo Verdiani, educatore de La Quercia soc.coop., introduce il reading “Fermate il mondo, voglio scendere!”, adattamento ai nostri giorni di “La peste” di Albert Camus, realizzato da Stolen Wordz con il contributo di Zuf Zone e dei ragazzi di Androna Giovani. Il reading, mutuando dall’autore francese il concetto metaforico di “peste”, farà dialogare all’interno della narrazione, persone comuni di oggi attraverso le lettere originali scritte di proprio pugno dai genitori dei ragazzi coinvolti nel progetto, che le leggeranno dalle proprie abitazioni, alternate a composizioni poetiche scritte ad hoc, evidenziando così il distanziamento sociale a cui siamo sottoposti tutti in questo preciso momento.
- video Psaicopat, HIV (Ho Istruzioni sul Virus), video di Patrick Dorella, Guillermo Giampietro, Radio Fragola Gorizia, prodotto da Agento Smit, 3’38’’, 2018

ore 18.30
- LIVE concerto unplugged della cantautrice Chiara Vidonis, autrice dell'album "Tutto il resto non so dove"
- video Sabrina Rigutti, I’m with you, 2’40’’, 2020

 

1° dicembre 2020, Trieste
Giornata Mondiale di Lotta all'AIDS
più o meno positivi #10
ON AIR / ON WEB
organizzazione Dipartimento delle Dipendenze, ASUGI
coorganizzazione Comune di Trieste
patrocinio Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
supporto Trieste Trasporti spa
contributo ALT, Amico, CLU, Duemilauno, La Collina, La Quercia
supporto tecnico Luca Gabrielli, La Collina soc.coop., Radio Fragola

più o meno positivi
HIV+- = insieme vinciamo l’AIDS
Giornata Mondiale di Lotta all’AIDS Trieste
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.facebook.com/piuomenopositivi

Ott 29

Il progetto Prius si propone di migliorare la vivibilità e la qualità dell’abitare nel rione di Rozzol Melara, grazie alla presenza sul territorio di una squadra di addetti alle piccole manutenzioni e a piccoli interventi di cura degli spazi comuni. Allo stesso tempo, abitanti del quartiere verranno coinvolti sia nella coprogettazione delle attività attraverso l’individuazione con ATER e le organizzazioni socio-culturali del quartiere dei lavori e delle aree di intervento più urgenti, sia attraverso degli eventi collettivi di cura delle parti più degradate del quadrilatero.

L’obiettivo del progetto è duplice: da una parte garantire qualità ed efficacia nello svolgimento del lavoro di manutenzione e dall’altra integrare le attività di sviluppo di comunità offerte dai servizi di Microarea e di Portierato sociale, attraverso il coinvolgimento degli abitanti in sessioni di coprogettazione e nelle attività collettive di cura delle parti più degradate del quadrilatero di Melara. Questi momenti di condivisione favoriranno lo sviluppo di relazioni tra i residenti e il senso di appartenenza al quartiere.
Tutte le attività saranno organizzate nel rispetto delle regole di distanziamento fisico e di sicurezza per il contrasto al Covid19. I lavori di manutenzione delle squadre – sia giornalieri che periodici - saranno definiti passo a passo attraverso le sessioni di coprogettazione partecipata, dando particolare importanza alle necessità identificate da ATER e dal suo referente per le manutenzioni, e allo stesso tempo ascoltando le esigenze degli abitanti del rione.

Attraverso il Progetto Prius Melara, La Collina potrà assumere nell’arco di tre anni 8 abitanti residenti nel quadrilatero di Melara per un periodo di 7 mesi e mezzo e 12 ore settimanali per lo svolgimento di attività di piccola manutenzione.
I requisiti per partecipare sono:
- Residenza nel quartiere Rozzol Melara
- Età compresa tra i 18 e i 65 anni
- Non essere pensionati
- Stato di disoccupazione con iscrizione al Centro per l’Impiego
- Sana e robusta costituzione.

Trovi maggiori informazioni nel Regolamento, scaricabile qui.

Le candidature sono aperte fino al 27 novembre 2020!!!

Per iscriverti alla selezione scarica i documenti qui sotto e consegna Modulo d’iscrizione e Curriculum Vitae alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure recati nella sede di Microarea (via Pasteur 41/e) oppure al Portierato Sociale ATER (via Pasteur 7/b) dove troverai tutti i documenti necessari da consegnare.
Tutti i dati richiesti nel Modulo d’iscrizione vanno dichiarati attraverso autocertificazione.

MODULO D'ISCRIZIONE
INFORMATIVA PRIVACY

Per maggiori informazioni:

Martedì dalle 10 alle 12
Habitat-Microaree, via Pasteur 41/e
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
327 1105251

Ott 01

E' giunto al termine il progetto Community Hub: vi aspettiamo martedì 6 ottobre alle ore 9:30 all'evento conclusivo "Facciamo il punto col caffè". L'appuntamento è in piazzale centrale di Borgo Zindis (Stradello A 23-21) per prendere un caffè tutti insieme e condividere i risultat del progetto. In caso di mal tempo l'evento si terrà pressola Parrocchia di San Matteo in Strada per Lazzaretto 13-C. L'incontro sarà realizzato in sicurezza, nel rispetto dei protocolli anti COVID. 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Anna 3273525345 o Martina 3277425182.

L'iniziativa è parte del progetto Community Hub e finanziata con il contributo all'art. 18 della legge regionale 11/2006.

Set 09

Nel Giardino del Doge Manin

 

Mostra floreale di piante e arredi per il verde
12-13 settembre 2020
ingresso gratuito dalle 9 al tramonto
dodicesima edizione

Nel parco storico più importante del Friuli Venezia Giulia si ripropone anche quest’anno Nel Giardino del Doge Manin, un appuntamento che non solo offre il meglio del florovivaismo ma regala opportunità di svago e di interesse anche a chi non ha il pollice verde: nasce sotto la regia dell’ERPAC, l’ente per la promo­zione e la valorizzazione del patrimonio culturale della Regione, che ne ha affidato il coordinamento alla cooperativa sociale Agricola Monte San Pantaleone, una re­altà che del benessere del verde, e attraverso il verde, ha fatto la sua missione.
Un centinaio di espositori, selezionati da Lili Soldatich, curatrice anche di Horti Tergestini, metteranno a disposizione i prodotti del loro lavoro e della loro crea­tività. Tuttavia non saranno solo i fiori e le piante i protagonisti, ma tutto ciò che genera bellezza.
Già giovedì 10 settembre alle 18.00 la Trieste Early Jazz Orchestra, che raccoglie i migliori strumentisti della scena regionale e slovena, affiancati dal cantante Paolo Venier, eseguirà un programma di musiche dei ruggenti anni Venti.
Nell’ambito della manifestazione sarà poi possibile visitare la mostra – realizzata dall’ERPAC in collaborazione con il Comune di San Giorgio di Nogaro – Angiolino / La guerra di un pittore cantastorie, dedicata a uno straordinario autodidatta del ‘900 friulano.
Arricchirà l’offerta culturale la presentazione di una guida alle uccellande storiche del Friuli, fantastiche architetture arboree ancora oggi patrimonio di persone e comunità.
Saranno inoltre proposte passeggiate guidate nel parco, i cui viali raccontano la memoria dei tanti progetti e interventi che si sono susseguiti nei secoli, mentre gli amanti della pittura e della fotografia saranno condotti da Monica Mazzolini in un percorso per immagini nel mondo metaforico e simbolico della foresta.
Gli appassionati del vino e della vite potranno scoprire con Simonetta Lorigliola i segreti di Ronco Pitotti, vigna friulana, in simbiosi con l’ecosistema.
Si potrà infine assistere al concerto Affetti d’amor e di guerra con musiche di Han­del e Vivaldi a cura del Piccolo Opera Festival del Friuli Venezia Giulia: un evento pensato come un viaggio musicale nel tempo in cui la villa era la residenza di cam­pagna e il luogo di svago degli aristocratici veneti. Si esibiranno i giovani solisti della classe di canto barocco del contralto Sonia Prina presso l’Accademia per l’Opera di Verona- Polo Nazionale Artistico assieme a un gruppo strumentale gui­dato dal cembalista Alberto Busettini.
Vi aspettiamo!

Regole di accesso
La mostra è visitabile dalle 9 al tramonto. Entrata Barchessa di Levante, uscita Ala Postica della Villa.
L’ingresso è libero ma contingentato: è fissato il numero massimo di 1.000 persone contemporaneamente.
Si raccomanda di rispettare le norme particolari previste per il Covid-19, ovvero:
– entrare indossando la mascherina
– igienizzare le mani
– seguire i percorsi indicati
– mantenere la distanza
di sicurezza di 1 metro.

EVENTI
Per gli eventi sono previsti 200 posti a sedere adeguatamente distanziati e segnalati. Necessaria la prenotazione.
Info: www.villamanin.it

Pagina 1 di 21