×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 481
Ago 26

Giovedì 30 agosto alle ore 20.30 "108 metri. The New Working Class Hero", incontro con Alberto Prunetti e Wu Ming 1. 

Nel 2012 uscì «Amianto», la storia di un operaio morto ammazzato da un tumore professionale, scritto dal figlio impastando ricordi e maledizioni, risate, improperi e considerazioni sul capitalismo allo stadio terminale. Una storia su cui nessun editore avrebbe scommesso molto, e che invece grazie al passaparola, cinque anni dopo, viene ancora rieditata e ristampata. Quell'operaio maremmano si chiamava Renato Prunetti e suo figlio Alberto, prima di scrivere quel libro, era emigrato in Inghilterra con una laurea in tasca, per fare il pizzaiolo, il lavacessi, il cambusiere, il bracciante, seguendo il destino di una generazione condannata alla precarietà. «108 metri. The New Woking Class Hero» (Laterza) racconta come in un romanzo quest'altra storia, ancora operaia.

Al Parco di San Giovanni di Trieste

Ingresso libero

Ago 24

Martedì 28 agosto alle ore 20.30 al Lunatico Festival Come diventare africani in una notte, spettacolo di Mohamed Ba, Stefano Dongetti, Alessandro Mizzi, con Mohamed Ba e Alessandro Mizzi.

Regia Sabrina Morena
Produzione Bonawentura

Un italiano e un togolese si trovano gioco forza a condividere un appartamento quando accade un fatto inaspettato che costringe tutti a cambiare punto di vista. Un giaciglio da una parte, un materasso dall’altra, due estranei: Alessandro Mizzi, operaio “bianco” in cassa integrazione, inseguito dai debiti, e Mohamed Ba, togolese che suona lo jembe e vive di lavoretti sottopagati. La dura realtà della crisi si rispecchia nelle vite di due persone che sembrano apparentemente molto diverse. Ma la convivenza forzata costringe in due a conoscersi e a scambiarsi le opinioni, dando vita a esilaranti momenti di confronto, giungendo a inusuali punti di contatto.
Il testo è scritto a sei mani insieme alla regista: un’operazione già a monte di grande valenza interculturale. Un momento creativo e umano dove la cultura europea e quella africana si incontrano e dialogano apertamente.
Alessandro Mizzi, attore poliedrico, tra i fondatori del Pupkin Kabarett- il cabaret più strampalato del Nord Est, oltre ad aver lanciato l’idea e contribuito alla scrittura del testo, interpreta Mario con leggerezza e ironia.
Mohamed Ba, attore e autore affascinante, da anni impegnato in importanti spettacoli e operazioni interculturali, ha scritto il testo disseminandolo tutta la profondità e il fascino della cultura africana.
Stefano Dongetti, autore e attore comico e satirico, tra i fondatori del Pupkin Kabarett, ha scritto la commedia assieme agli altri, focalizzandosi sul confronto culturale, dando luogo a dialoghi intelligenti e ironici.
Uno spettacolo ricco di spunti di riflessione che farà sorridere, ma anche riflettere invitando gli spettatori a mettersi nei panni dell’altro.
Il quarto spettacolo del ciclo sul tema dell’ identità “Come diventare...”, pensato da Sabrina Morena nell’ambito del festival S/paesati-eventi sul tema delle migrazioni, dopo i successi di “Come diventare sloveni in 50 minuti”, “Come diventare italiani. Il Tutorial” “Condominio Europa o come diventare Europei doc!”.

Al parco di San Giovanni di Trieste

Ingresso libero

Ago 23

Lunedì 27 agosto alle ore 21.15 tappa lunatica a Cervignano del Friuli presso l'Auiditorium all'aperto della Biblioteca-Casa della Musica, nell'ambito di Notti di Cinema di Mezza Estate.

Ma cos'è Altezza Cuore? Un film? Un docufilm? O semplicemente un backstage di vita? Da un’idea di Cristiano Stea e Pino Roveredo con la regia di Ivan Grozny Compasso. Un progetto di ASUITs, con il contributo di Fondazione CRTrieste, realizzato dalla cooperativa sociale Reset con la collaborazione della cooperativa sociale La Collina.

Circa 4 anni fa nasce il progetto Scritture Mal-Educate, laboratorio di scrittura creativa, che trova il suo fulcro nel concetto di scrittura quale mezzo per l’espressione e momento di condivisione tra tutti e per tutti. Il progetto coinvolge persone con disabilità seguite dal Distretto Sanitario N° 4, ma anche di altri Distretti e persone senza alcuna disabilità, che, con l’aiuto dello scrittore Pino Roveredo, hanno raccontato la loro malattia e la loro vita. Un modo per combattere la solitudine e l’isolamento, che la disabilità impone.
Altezza cuore è uno dei progetti nato nel laboratorio: il video-racconto in presa diretta, senza copione, di storie di vita e di disabilità, di storie di normalità. Dietro la camera non si cela nessun pietismo, ma lo sguardo di chi vive senza che la diversità impedisca la partecipazione alla quotidianità. Perchè la libertà è innanzitutto partecipazione.
Cristiano Stea, Direttore esecutivo del progetto, Neuropsicologo della Riabilitazione del Distretto Sanitario N°4 dell'ASUITS spiega "I numeri della disabilità sono alti, una società che vuole essere inclusiva deve saper rivolgere il proprio sguardo senza paura nè pietismo verso la diversità per poter vivere in un mondo sempre più integrato e privo, di barriere culturali e architettoniche. Barriere spesso "invisibili" che creano solitudini reali ma inaccettabili. Anche per questo nasce questo docu-film che "socchiude" una porta nella quale possiamo osservare e riflettere..."
Altezza cuore fin dal titolo intende colpire i ragionamenti, abbattere lo stigma sulla disabilità. L’espressione “Altezza cuore” non è solo la cronaca violenta dello sparare all’altezza del cuore: chi vive su una sedia a rotelle quando incontra una persona guarda dritto per dritto puntando proprio il cuore.
Girato tra il 2017 e il 2018, con il coinvolgimento di oltre un centinaio di persone.

Ingresso Libero

Ago 22

Mercoledì 29 agosto alle ore 21.00 al Lunatico Festival Universal Sex Arena, una band fondata sulla performance live nella sua componente più fisica, meccanica, urgente.

Dalle 19.00 selezioni musicali di Miss Greg DJ Set, che tornerà in chiusura del concerto.

Universal Sex Arena:
Durante i concerti, abbiamo bisogno scambiare la nostra energia con le altre persone presenti: a nostra disposizione ci sono la nostra musica ed il nostro corpo. Ogni nostro spettacolo rappresenta qualcosa che potrebbe non ripetersi. I concerti sono muscolari, positivi, intensi: spesso non calcolabili a priori.
Dal momento della formazione, Universal Sex Arena si basa sul songwriting di Voiture Tempo.
Il 2 febbraio 2018, per La Tempesta International e Kowloon Records, è uscito Abdita, il nostro terzo album. Registrato e prodotto da Maurizio Baggio (The Soft Moon, Merchandise, EMA) e Voiture Tempo, vede la partecipazione di persone speciali tra cui Luca Ferrari dei Verdena ed Elli De Mon.
Dopo il primo doppio LP autoprodotto “Women Will Be Girls” del 2012, suoniamo circa 80 concerti in Italia ed è tutto auto organizzato. Al termine del tour, con l’interesse de La Tempesta International, iniziamo ad immaginare il nostro secondo album e nel 2014, prodotto da Marco Fasolo (Jennifer Gentle / Sub Pop), esce “Romancitysm”. I successivi due anni sono fatti di concerti in Italia.
Nel tempo, abbiamo condiviso il palco con molte interessanti band italiane ed internazionali. Tra gli altri, siamo stati selezionati dai !!! (Chk Chk Chk) per aprire il loro concerto di Bologna (Locomotiv, novembre 2017), dai Verdena per aprire alcune date del tour di Endkadenz e dai P.I.L. per il loro concerto di Venezia, nel 2015. Alcune delle situazioni che ci piace ricordare: La Tempesta al Rivolta (Venezia, 2013, 2014), Covo Club (Bologna, 2013, 2014), Vinile Club (Vicenza, 2012, 2013, 2014, 2015), Estragon (Bologna), Velvet (Rimini), La Salumeria della Musica (Milano), Cox18 (Milano), Circolo degli Artisti (Roma), CSO Pedro (Padova, 2012, 2013, 2015), White Trash (Berlino), AMA Music Festival, Curtarock Festival (Padova), Etnoblog (Trieste), Urlo Festival (Treviso), TPO Bologna, Deposito Giordani (Pordenone), Radar Festival (Padova).

Al Parco di San Giovanni, Trieste

Ingresso libero

Ago 21

Sabato 25 agosto dalle ore 10.00 al Parco Sant'Osvaldo, presso le Serre del Parco, la quarta tappa del Lunatico Tour Udine: Concerto in serra
Concerto del duo Giovanni Maier e Alessandro Mansutti. Contrabbasso e batteria in minute improvvisazioni mattutine: racconti, pianeti, inseguimenti ed elastici.

Ingresso libero

Per l'occasione il Lunatico Festival collabora con Progetto Parco Sant'Osvaldo

Pagina 5 di 27