Ott 30

Sarà inaugurata giovedi 31 ottobre alle ore 17 nella Sala Conferenze del Magazzino 26 in Porto Vecchio la mostra “In viaggio con marco Polo – La via della seta” realizzata dall'Associazione Avanguardiacafè insieme al Comune di Trieste.
L'esposizione, che avrà luogo nella grande sala interna della Centrale Idrodinamica, si sviluppa su tre installazioni in scala reale che riproducono aspetti produttivi e commerciali della celebre “via della seta”. La ricostruzione di strumenti, materiali e oggetti vari dell'ambiente artigiano del tempo, oltre a lame e gioielli delle zone attinenti, ha come scopo quello di offrire ai visitatori un'accurata riproduzione del quadro storico e culturale dell'epoca, fornendo numerosi spunti didattici anche grazie a delle pannellature di supporto ricche di informazioni.
Per venire incontro alle scuole, la mostra prevede la gratuità fino ai 12 anni e la riduzione del biglietto fino ai 19.
I servizi di accoglienza, biglietteria e bookshop sono affidati a La Collina Cooperativa Sociale.
La mostra sarà visitabile dal 1° novembre 2019 al 1° marzo 2020, con il seguente orario: venerdì e sabato 10-20, domenica e festivi 10-18. Venerdì 1° novembre, primo giorno di apertura, orario 10-20.

Ott 28
Cinema d’animazione - Stopmotion
Corso pratico-esperienziale sul cinema d’animazione

 
A CHI É RIVOLTO: Tutti gli insegnanti, in particolare delle scuole dell’infanzia.
DOVE: Aula Didattica La Collina, Pad. M, via de Pastrovich 1 | Parco di San Giovanni - Trieste-
QUANDO: da novembre 2019 a gennaio 2020
DURATA: 24 ore
 

 
IL PERCORSO SI ARTICOLERÀ NELLE
SEGUENTI FASI:

1’ FASE:
Orario:
16:30 - 19:30
Date:
martedì 19 novembre, 26 novembre,
3 dicembre e 10 dicembre
Temi portanti:
• La traccia narrativa e lo storyboard
• Progettare e costruire i personaggi e le
scenografie
• Allestire a scuola un set per le riprese

2’ FASE:
Orario:
16:30 - 19:30
Date:
martedì 17 dicembre,14 gennaio,
21 gennaio, 28 gennaio
Temi portanti:
• L’attrezzatura e l’hardware da impiegare
• I principali software di montaggio e post
produzione

 
 
INFO ED ISCRIZIONI:
La formazione è offerta GRATUITAMENTE grazie a “E SE DIVENTI FARFALLA”, un progetto selezionato da “Con I Bambini” attraverso il fondo per il contrasto alla povertà
educativa minorile, dedicato nello specifico alla fascia zero-sei anni, famiglie e comunità educante.
Per iscriversi bisogna mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando titolo del workshop, nome e cognome del partecipante, e scuola di appartenenza. Alla fine del
corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Seguiranno altri moduli formativi a cura di atelieristi, artisti e altre figure professionali che operano nel campo
della creatività.
Per info e prenotazione posti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. cell. 3291977795

 
"E se diventi farfalla" Un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa
minorile, in collaborazione con La Collina Coop. Soc., con il patrocinio del Comune di Muggia.
Ott 23

Ritorna il progetto scolastico “+ Sport a Scuola”, organizzato dalla Fondazione Pietro Pittini in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Motorie e Scienze dello Sport, dove l’area didattica della cooperativa sociale La Collina si occupa dei laboratori di comunicazione. Nel corso dei percorsi svilluppati, gli studenti coinvolti potranno affrontare temi quali autorità e autorevolezza, differenza tra parlare e comunicare, bullismo e cyberbullismo, attraverso media diversi, in modo da contribuire all’esplorazione delle proprie life skills.

“+ Sport a Scuola” si rivolge ad alcuni istituti scolastici della regione FVG per promuovere l’attività ludico motoria dei ragazzi non soltanto per il loro sviluppo fisico ma anche, e soprattutto, come aiuto sul lato comportamentale. La proposta 2019-20120 vede coinvolte nove Scuole Secondarie di Primo Livello e ha come obiettivo quello di avvicinare i giovani allo sport e ai valori sani che può trasmettere.

Ott 23

«Questo è un invito artistico e lo organizziamo all'interno del Parco San Giovanni. Il luogo non è casuale, così come non lo è la rassegna. Questo è per noi un omaggio ad una persona che ha fatto tanto, molto, il possibile e spesso di più per l'arte e per gli artisti triestini.»

ZufZone #Mediterraneo è la prima tappa di una rassegna poetica strutturata in otto date, ognuna di un colore diverso. Abbiamo riunito senza criterio tragitti altrimenti soli. Allontanandoci, l'intreccio di corpi sonori è diventato per noi un'intuizione, la ricetta più semplice una meta: zuf.

La prima “esplorazione”, dal colore blu, riguarderà il Mediterraneo, un mare di straordinaria bellezza, che è diventato suo malgrado protagonista della cronaca italiana ed internazionale. Sabato 26 ottobre dalle 20.30 il Posto delle Fragole ospiterà una serata su questo tema.

ZufZone Mediterraneo si aprirà con un Poetry Slam, una sfida non competitiva tra poetesse e poeti, in cui a decretare il vincitore sarà proprio il pubblico presente, attraverso una giuria estratta a sorte da un MC.

A seguire la performance di Matteo Di Genova, attore, slammer e rapper, proveniente da L'Aquila, uno dei maggiori esponenti del Poetry Slam italiano.

Concluderà la serata l’improvvisazione musicale del duo MO, all’anagrafe Federico Mullner e Chiara Orpelli, che lavorano con tastiere, synth e supporti digitali per creare una vera e propria ricerca sonora.

Durante la serata sarà inaugurata la mostra collettiva "Mediterraneo e migrazioni" che sarà possibile visitare per tutto il mese. L’esposizione, curata da Francesco Zardini e Andrea Giacovani, ospita le fotografie di Claudia Bouvier Calderòn e le opere di Gabriele Zardini, Andrea Giacovani, Veronica Pastor e Wissal Houbabi.

A tracciare questa mappa poetica sono ZufZone in collaborazione con la coopertiva sociale La Collina, Associazione Zeno, Il Posto delle Fragole, Radio Fragola.
Un ultimo grazie è rivolto anche a Mediterranea, estremamente coinvolta in questo tema.

Presentazione generale della rassegna

ZufZone è un'esplorazione poetica, un'esperienza che si articolerà in otto eventi gratuiti, tenuti al Posto delle Fragole Trieste ogni terzo sabato del mese alle 20.30, e che indagherà otto temi diversi: dal Mediterraneo e le migrazioni ci muoveremo seguendo l'idea di poiesis, per poi trattare del conflitto generatosi e, accedendo ai nodi delle nostre intime opposizioni, tratteremo quindi di mente, corpo, voce e spazio, fino a ritornare al punto di partenza, al nostro epicentro: Trieste. Attraverso il linguaggio poetico vorremmo dunque sperimentare un viaggio cui meta è proprio la nostra città.
La metodica di questa rassegna non è soltanto dialettica, bensì una navigazione che si collauda su se stessa, ricorrendo a diverse forme d'espressione dinamica: ogni serata si aprirà con un poetry slam o una jam poetry, per lasciare poi la parola ad artisti provenienti da tutta Italia e chiudendosi con una performance musicale. Il tutto sarà immerso in un ambiente per noi emblematico, che arricchiremo con mostre sia collettive che personali, curate da Francesco Zardini e Andrea Giacovani.

Le otto date e gli artisti invitati

26 ottobre 2019 - ZufZone #mediterraneo, il colore blu.
Performance poetica di Matteo Di Genove, proveniente da L'Aquila.
La serata si concluderà con una performance musicale del duo triestino MO, composto da Federico Mullner e Clara Orpelli.

23 novembre 2019 - ZufZone #poiesis, il colore rosso.
Performance poetica di Marco Miladinowitzsch.

21 dicembre 2019 - ZufZone #conflitto, il colore grigio.
La performance poetica di Adriano Padua, artista proveniente da Ragusa, sarà accompagnata da Faust, musicista romano, il quale non solo affiancherà l'artista, ma si esibirà in un Dj set di chiusura.

25 gennaio 2020 - ZufZone #mente, il colore verde.
Ad esibirsi sarà Nicolas Cunial, poeta e performer fiorentino, con il suo spettacolo di poesia con musica intitolato "Black In / Black Out", in cui vengono raccontate le malattie mentali attraverso una metrica incalzante e studi di suono elettronico.

22 febbraio 2020 - ZufZone #corpo, il colore rosa.
Abbiamo invitato la poliedrica poetessa Francesca Gironi, proveniente da Ancona.

21 marzo 2020 - ZufZone #voce, il colore giallo.
Nella giornata internazionale della Poesia, abbiamo invitato alcuni tra i padri del Poetry Slam italiano: Dome Bulfaro e Lello Voce, i quali porteranno alcuni dei loro lavori di poesia performativa ed improvvisazione.

18 aprile 2020 - ZufZone #spazio, il colore azzurro.
Toi Giordani, bolognese, e Vittorio Zollo, proveniente da Benevento, porteranno le "Guide Percettive" anche al Parco San Giovanni: creeranno infatti una performance studiata appositamente per il luogo della rassegna, in seguito ad una settimana di studio intenso in loco.

23 maggio 2020 - ZufZone #Trieste, il colore arancione.
Il poeta Gabriele Stera, triestino, assieme ad artisti parigini (Franziska Baur, Martina Stella, Jérémy Zaouati) creeranno anch'essi una performance costruita appositamente attorno a Il Posto delle Fragole ed il Parco San Giovanni.

Ott 21

MERCOLEDI' 23 SETTEMBRE  APRE LA SEDE HABITAT MICROAREA DI FONDERIA!

Uno spazio per tutte le età e per tutti/e gli abitanti del rione!

Vi aspettiamo numerosi/e per festeggiare insieme:

dalle ore 11.00 "Spazi da reinventare: benvenuti nella comunità educante di Borgo Ex Fonderia - Muggia!". Appuntamento presso gli spazi comuni (scantinati) fra via dei Meccanici 33 e via dei Meccanici 37.
Inaugurazione della mostra diffusa "Canovaccio Sagomato" e prova pratica di "Kamishibai" (antico teatro di strada giapponese, a cura della formatrice Giulia Binali) nell'abito del progetto nazionale "E se diventi farfalla".
Con la partecipazione degli insegnanti, delle bambine e dei bambini della scuola dell'Infanzia "Il Giardino dei Mestieri".

ore 12.00 "La nostra sede!". Entriamo nella sede di via dei Meccanici 43. Presentazione del progetto Habitat Microaree e delle attività in campo a cura degli Enti Partner e della Cooperativa Sociale La Collina

Seguirà un piccolo rinfresco offerto da Coop Alleanza 3.0

Per info: 3273525345; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ott 16

Dopo il grande successo alla Sala Negrisin del Comune di Muggia, la mostra “Canovaccio sagomato” realizzata all’interno dei laboratori di E se diventi farfalla anima altri due luoghi della città di Muggia: il Ricreatorio Penso e la nuova microarea di Borgo Ex Fonderia.

La mostra ripercorre le tappe fondamentali del laboratorio “Canovaccio Sagomato”, un percorso che ha coinvolto, durante l’anno scolastico 2018/2019, circa duecento bambine e bambini delle scuole dell’infanzia e primarie del Comune di Muggia. L’attività, incentrata su un carnet di forme evocative e libere da intepretazioni precostituite, ha generato una serie di micronarrazioni che riflettono la cultura dei mass media, i luoghi e gli oggetti della quotidianità, lo stupore e l’entusiasmo verso i fenomeni della natura. Cos’è l’invenzione narrativa nell’infanzia se non uno strumento per “dare forma e significato al disordine delle esperienze” (J. Bruner)? Cos’è la drammatizzazione se non un’indispensabile forma di relazione e di comunicazione con il mondo circostante? La mostra ora vuole rendere visibile e valorizzare le composizioni realizzate dalle bambine e dai bambini, esplorandone la dimensione processuale, formale e semantica.

Ogni martedì dalle 16.15 alle 18.15, da ottobre a dicembre, i laboratori della mostra diffusa animeranno gli spazi del Ricreatorio Penso. Scomporre e ricostruire sagome, ma anche inventare nuove storie sono alcune dalle tracce da percorrere in compagnia del team "E Se Diventi Farfalla".

A partire dal 23 ottobre, la mostra diffusa “Canovaccio sagomato” sarà presente in contemporanea anche negli spazi della nuova microarea di Borgo Ex Fonderia, che, proprio in quel giorno, sarà ufficialmente inaugurata. Qui, grazie alla collaborazione di Ater - Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale di Trieste, la mostra sarà allestita in uno degli spazi delle cantine comuni, diventando così un primo passo di reinterpretazione e riuso di uno spazio pubblico, ideato dagli stessi bambini che lo abitano.

La mostra diffusa “Canovaccio Sagomato” progettata e realizzata dalla Cooperativa Sociale La Collina in collaborazione con il Comune di Muggia, rientra nel progetto nazionale “E se diventi farfalla”, un’iniziativa selezionata da Con i bambini Impresa Sociale ONLUS attraverso il Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.

Maggiori informazioni sul progetto e sugli eventi "E se diventi farfalla": www.lacollina.org | tel: 3291977795 | mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pagina 3 di 125