Ott 03

Dal 3 al 13 ottobre in concomitanza con la mostra “Gianni Rodari L’omino di niente” e la Barcolana tutti i visitatori avranno diritto alla mostra di Vivian Maier all’ingresso ridotto a € 4. Non perdete questo appuntamento.

In mostra 70 autoritratti, di cui 59 in bianco e nero e 11 a colori (questi ultimi mai esposti prima d’ora sul territorio italiano) per scoprire la celebre fotografa attraverso i suoi primi scatti. 

La mostra ripercorre la produzione di una fotografa che per tutta la vita non si è mai considerata tale, e che, anzi, nel mondo è sempre passata inosservata. E che è stata riconosciuta solo dopo al 2009, quando è stato acquistato tutto il corpus fotografico per caso, in un mercatino.

Lei che ha lavorato come bambinaia per 40 anni, a partire dai primi anni Cinquanta e per quattro decenni, tra New York e Chicago, nel suo tempo libero fotografava la strada, le persone, gli oggetti, i paesaggi ritraendo tutto ciò che la sorprendeva, cercando di restituire l’ordine delle cose.

Quando i protagonisti dei ritratti erano poveri, lasciava loro una legittima distanza; quando invece appartenevano all’alta società metteva in atto azioni di disturbo facendo in modo che nello scatto risultassero infastiditi.

Le sue foto sono rimaste nascoste, tenute per sè. Fino a quando appunto il suo lavoro – oltre più di 150.000 negativi, super 8 e 16mm film, diverse registrazioni audio, alcune fotografie e centinaia di rullini non sviluppati – è stato scoperto da un giovane immobiliarista, John Maloof, e la sua opera fotografica è stata resa nota in tutto il mondo.

Lo scopo della mostra è dunque quello di rendere omaggio a questa straordinaria artista, capace non solo di appropriarsi del linguaggio visivo della sua epoca, ma di farlo con uno sguardo sottile e un punto di vista acuto.

Ott 02

Venerdì 4 ottobre la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio riapre al pubblico l’Antiquarium e acquedotto romano di Borgo San Sergio (Trieste, via Donaggio, 12-17), dove è conservato un segmento dell’acquedotto romano proveniente dalla Val Rosandra, il meglio documentato fra quelli che servivano la città romana di Tergeste a partire dal I sec. d.C. Le aperture del sito riprendono dopo la conclusione degli interventi di messa a norma in materia di sicurezza, portati a termine anche grazie ad A.T.E.R. Trieste, che detiene la proprietà del luogo.

Il sito archeologico riprende quindi il consueto orario di apertura: ogni venerdì, dalle 10.00 alle 12.00. Per la riapertura, in coincidenza con la ripresa autunnale delle domeniche gratuite promosse dal MiBACT, è prevista anche una visita accompagnata gratuita alle ore 11.00.
Questo fine settimana infatti coincide con #IoVadoAlMuseo, prima giornata del mese (da ottobre a marzo) in cui tutti i musei e le aree archeologiche statali sono visitabili gratuitamente; per l’occasione saranno offerte al pubblico visite accompagnate gratuite anche in altri siti.

Queste le aree archeologiche aperte nel fine settimana:
Sabato 5 ottobre
- l’Antiquarium di via del Seminario sarà aperto dalle 10.00 alle 12.00, con visita accompagnata gratuita alle ore 11.00;
- la Grotta del Mitreo (Duino Aurisina – Grotta V.G. 4024) sarà aperta dalle 10.00 alle 12.00, con ritrovo alle 9.45 alla Stazione della Guardia forestale di Duino.

Domenica 6 ottobre
- la Basilica paleocristiana di via Madonna del Mare sarà aperta dalle 10.00 alle 12.00, con visita accompagnata gratuita alle ore 11.00.

Set 24

Venerdì 4 ottobre alle 18 inaugura "Che bellezza che finura! Miela Reina / Luigi Spazzapan Relazioni d'arte" presso la Galleria Regionale d'Arte Contemporanea Luigi Spazzapan a Gradisca d'Isonzo (GO). Si tratta dell'inaugurazione dei nuovi allestimenti delle collezioni e di una mostra dedicata a due grandi pittori della regione, sperimentatori e artisti d’avanguardia. Un nuovo progetto per valorizzare la figura di Luigi Spazzapan: l’uomo, l’artista e le sue opere.

Set 16

Il 25 settembre il Comune di Gradisca d'Isonzo, in collaborazione con Coop Culture e cooperativa La Collina, organizza un OPEN DAY a Casa Maccari rivolto agli insegnanti della scuola primaria e secondaria di I e II grado

Il Polo Culturale di Casa Maccari è il nuovo spazio culturale della città di Gradisca d’Isonzo, sito nel centro storico cittadino in via della Campagnola 18, ed ospita al suo interno, in rinnovati allestimenti e con nuovi e ampliati servizi: la Biblioteca Civica, il Museo Documentario della Città, una Sala Conferenze, un’Aula Laboratorio/Spazio Giovani.

L’open day sarà l’occasione per conoscere nel dettaglio i servizi a carattere gratuito disponibili per le scuole, come visite guidate e visite guidate con laboratorio.

PROGRAMMA OPENDAY Casa Maccari

25 settembre 2019
Dalle ore 10.00 alle ore 12.00 o dalle ore 15.00 alle ore 17.00
Presentazione del Polo di Casa Maccari agli insegnanti della scuola primaria e secondaria di I grado e II grado:
- servizi bibliotecari
- servizi museali con visita guidata al museo e illustrazione dei laboratori

è possibile scaricare qui il flyer con tutti i dettagli:
Pieghevole Open Day Casa Maccari

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Set 09

Il Comune di Ronchi dei Legionari, l'Assessorato alla Cultura e la Biblioteca Comunale "Sandro Pertini", il Consorzio Culturale del Monfalconese Ecomuseo territori in collaborazione con l'IRSREC FVG presentano:
"Ama il tuo sogno seppur ti tormenta" - settimana dannunziana 7-14 settembre
Ronchi dei Legionari
Auditorium - Piazzetta Francesco Giuseppe I
Villa Vicentini Minussi - Piazza Unità d'Italia 24

7 SETTEMBRE
Ore 17.30 Inaugurazione mostra "Ronchi-Fiume 1919-2019" presso Villa Vicentini Miniussi
Ore 18.30 Michele Mirabella – “Quanto ha dormito, il cembalo!” Letture dannunziane e meditazioni.
Ad aprire questa nostra settimana dannunziana Michele Mirabella conduttore televisivo e radiofonico, autore e attore di teatro, ma anche saggista, docente universitario e giornalista.

9 SETTEMBRE
Ore 18.30 Stefano Cosma e Piero Luxardo - “D’Annunzio e Luxardo: un copyright d’eccezione”
Piero Luxardo è presidente della Luxardo S.p.A di Torreglia e docente universitario. Ha all'attivo oltre 90 pubblicazioni che riguardano prevalentemente la narrativa italiana del Novecento.
Stefano Cosma, laureato in giurisprudenza, vive a Gorizia, dove si occupa di comunicazione e di enogastronomia.

10 SETTEMBRE
Ore 18.30 Giordano Bruno Guerri – “Disobbedisco: cinquecento giorni di rivoluzione. Fiume 1919-1920”
Storico, saggista, giornalista e accademico, noto studioso del XX secolo italiano. Grande conoscitore della vita del poeta è presidente della Fondazione Il Vittoriale dal 2008.

11 SETTEMBRE
Ore 18.30 Paola Sorge – “Musica e musicisti nella vita e nell’arte di Gabriele D’Annunzio”
Nata a Roma da famiglia abruzzese, laureata in lettere moderne all’Università La Sapienza di Roma, ha pubblicato vari volumi su Gabriele d’Annunzio. Dal 1990 collabora alle pagine della Cultura de La Repubblica e, di recente, con Il Centro.

12 SETTEMBRE
Ore 18.30 Pier Luigi Vercesi e Andrea Zannini – “Fiume: l’avventura che cambiò l’Italia”
Pier Luigi Vercesi è giornalista del Corriere della Sera e dirige il settimanale Sette. È autore di diversi saggi. Ha realizzato numerosi documentari televisivi di argomento storico sulla Roma di Nerone, sulla Germania del Novecento e sulla Prima Guerra Mondiale.
Andrea Zannini, professore ordinario di Storia moderna, è nominato direttore del Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale dell'Università degli Studi di Udine. Ha pubblicato saggi e monografie sulla storia economica e sociale della prima età moderna, sulla storia dell'emigrazione, del turismo, della Resistenza, e dell'Europa. E’ membro del comitato scientifico del Festival èStoria di Gorizia.

13 SETTEMBRE
Ore 18.30 Italo Santeusanio – “La Marcia di Ronchi nell’archivio storico comunale”
Nato a Ronchi dei Legionari si è laureato in materie letterarie presso l’Università di Padova. Ha pubblicato diversi studi di storia sociale, economica, politica e religiosa riguardanti il Monfalconese e il Friuli orientale. Ricordiamo i volume sulla storia di Ronchi Dei Legionari “ Economia e società dalle Ville rurali venete alla città mandamento”.

14 SETTEMBRE
Ore 18.30 Marco Cimmino – “ D’Annunzio e il sogno Adriatico: dalle Odi navali all’impresa Fiumana”
Marco Cimmino è nato a Bergamo nel 1960. Laureato in storia medievale, ha al suo attivo numerosi saggi di storia militare. Insegnante di scuola superiore, alterna da sempre la professione alla ricerca e a un'intensa attività di conferenziere.
Ore 20.30 Concerto finale con la partecipazione della corale Primo Vere dell’Associazione Culturale D’Annunzio. Dirige Diana Mian.

Pagina 2 di 28